Logo San Marino RTV

San Marino e Montefeltro uniti per il Green

27 feb 2020
San Marino e Montefeltro uniti per il Green

Uno schermo, tanti volti, un pizzico di divertimento. Le conferenze stampa al tempo del coronavirus fanno di necessità virtù e implementano la tecnologia. Grazie infatti alla piattaforma messa a disposizione da Katoa srl di Giordano Bruno Luisé, il San Marino Green Festival 2020, che si svolgerà nei mesi di maggio e giugno, ha presentato il suo sfaccettato e ricco programma. Si comincia ad inizio maggio con un percorso a tappe che coinvolge quattro comuni delle vallate limitrofe alla Repubblica: Monte Cerignone, Pennabilli, Sassocorvaro Auditore e Verucchio. Ad ognuno è associato un tema caro al festival. Si va dal turismo sostenibile all’agricoltura biologica, dalla sentieristica alla scoperta dell’identità territoriale. Presenti e collegati diversi amministratori dei comuni coinvolti e delle proloco, tutti lieti di poter condividere tematiche ambientali pressanti e attuali. Molto significativa e apprezzata la presenza in videoconferenza dei Segretari di Stato per il Territorio Stefano Canti e per gli Interni Elena Tonnini (nella foto mentre fanno il loro intervento), i quali hanno pubblicamente riconosciuto al festival un importante ruolo comunicativo: sia in tema di sostenibilità e formazione dei cittadini, che di dialogo con le comunità dei territori confinanti di Valconca e Valmarecchia. Lo stesso Segretario di Stato al Territorio Stefano Canti ha ribadito la necessità da parte delle aziende, di approfittare delle opportunità offerte da una transizione ecologica sempre più necessaria. Da questo punto di vista, il Green Festival si propone di essere un osservatorio sulla Repubblica e sul Montefeltro capace di intercettare i bisogni e le soluzioni che il prossimo futuro ci consegnerà. Il San Marino Green Festival 2020, che avrà il suo clou nella nuova location di Borgo Maggiore il 26, 27 e 28 giugno, quest’anno propone vari focus: il consumo dell’acqua al tempo dei cambiamenti climatici, la protezione della biodiversità, la lotta agli sprechi alimentari e il turismo sostenibile. Grande attenzione, come sempre, sarà data alla comunicazione artistica, e in particolare a quella cinematografica. E poi ancora: attribuzione di vari premi per ricercatori e imprese virtuose, l’originale bioblitz alla ricerca della cavalletta killer Stregona Dentellata, il censimento del patrimonio arboreo, la Vetrina della Sostenibilità e mercatini eco ed equo-solidali. Gli spunti e l’energia non mancano. E chissà che non sia la volta che la Stregona Dentellata si presenti al pubblico!