Logo San Marino RTV

San Marino News Agency soddisfatta per iscrizione in testate accreditate

6 giu 2016
San Marino News Agency soddisfatta per iscrizione in testate accreditate
San Marino News Agency soddisfatta per iscrizione in testate accreditate
La legge 5 dicembre 2014 N.211 in materia di editoria e di professione degli operatori dell’informazione ha introdotto nell’ordinamento sammarinese l’agenzia di informazione (o agenzia di stampa) definendola, ai sensi dell’art. 2 lett. d), un ente giornalistico che fornisce servizi specializzati nella raccolta e distribuzione ad altri organi di informazione di notizie e aggiornamenti su ogni supporto e formato utile alla distribuzione. Inoltre, la suddetta legge all’art. 24 (Agenzie di informazione) ne norma più specificamente le competenze precisando da un lato al comma 1 che l’agenzia di informazione raccoglie notizie che vengono selezionate, verificate accuratamente e diffuse, dall’altro lato al comma 2 che l’agenzia di informazione è un ente giornalistico il cui scopo è la fornitura di notizie ad altri organi di informazione come giornali, riviste, emittenti televisive e radiofoniche, persone fisiche e giuridiche, associazioni e istituzioni. Nella seconda metà di maggio 2016, l’Autorità Garante per l’Informazione - verificata la sussistenza dei requisiti di legge e la regolarità della documentazione presentata ha comunicato di aver iscritto la testata San Marino News Agency - SMNA nell’Elenco delle Testate Giornalistiche nella categoria Agenzie di Informazione quotidiana, con decorrenza dalla data di deposito della richiesta (21/12/2015). Per noi è un riconoscimento importante che arriva in concomitanza con i circa 10 anni di lavoro svolto ininterrottamente a San Marino presso le istituzioni e sul campo come agenzia di stampa sammarinese. Data la particolarità dell’attività di un’agenzia di informazione, è un requisito fondamentale la sussistenza reale del principio di equidistanza dalle forze politiche e dai soggetti portatori di interessi privati, al fine di garantire l’imparzialità dell’informazione. Questo atto ha quindi completato formalmente e sostanzialmente l’entrata in vigore della suddetta legge per quanto riguarda il nostro ambito. Si è creduto deontologicamente corretto
darne evidenza attraverso questa informativa pubblica, in primo luogo per renderlo noto in particolar modo a tutti i soggetti direttamente interessati dalla norma e in secondo luogo perché si ritiene che anche per la crescita del comparto sia necessario vigilare sul rispetto dei diversi ruoli e attribuzioni di legge assegnati ai differenti attori in causa (uffici stampa, agenzie di stampa, organi di informazione). Solo in questo modo, infatti, potrà strutturarsi un settore stampa sempre più specializzato e accreditato.