Logo San Marino RTV

San Marino, il Pianello palcoscenico dei grandi chef del futuro

18 giu 2018
San Marino, il Pianello palcoscenico dei grandi chef del futuro
La cucina di San Marino cresce e si evolve. A tirare la volata di un intero movimento gastronomico, dalle materie prime fino ai fornelli dei ristoranti, è sempre chef Luigi Sartini, accompagnato da quest’anno nel ristorante “Righi”, anche da un altro cuoco stellato, il riminese Fabio Rossi. Mercoledì (20 giugno – dalle ore 20.00) la piazza più bella del Titano si trasformerà nella location di uno Show Cooking a cielo aperto, con protagonisti 5 cuochi under 30.

Il pubblico dei “gourmand” potrà muoversi tra 5 isole/cucina e gustare, comodamente seduti ad un tavolo, le straordinarie portate. Cena aperta da un aperitivo con stuzzichini tra creatività e territorio. Gli chef Stefano e Graziano, presenteranno un tartare di gambero viola e pesca noce, spuma di zenzero e sale nero. I loro colleghi Lisa e Fabio, cucineranno invece un piatto dal nome evocativo, “sapori antichi”, a base di pomodori, melanzane e mozzarella. Un tocco di innovazione arriverà da Alessandro e Davide con i loro gnocchi di maracuja, cozze e pesto. Il timballo di tagliatelle estive sarà sfornato dal duo Francesco e Cristian. Mentre, a ricordare che il Titano è anche terra di grandi carni ci penserà la guancia di vitello a bassa temperatura su letto di spinaci croccanti e riduzione al malto scuro. Chiusura con buffet di frutta e pasticceria.



“Abbiamo voluto dedicare la serata al ricordo di Medardo Gualtieri uno chef che ha fatto moltissimo per far conoscere San Marino nel mondo. Ha diretto per anni le cucine di grandi alberghi come l'Hotel de l'Europe a Losanna e l'Hilton di Berlino – spiega Luigi Sartini – il suo ruolo è stato essenziale anche nella crescita di un’associazione internazionale quale Euro-Toques con cui condividiamo l’organizzazione della serata, insieme alla fondazione Centro Anch’io”.

“Il nostro obiettivo è fare conoscere ancora di più il centro storico di San Marino. Come elemento di questa narrazione offerta a turisti, visitatori e cittadini, proponiamo il nostro movimento gastronomico. Ci sono tanti giovani chef che hanno talento e lavorano molto bene. Tra di loro ci sarà certamente una stella del prossimo futuro”, conclude Luigi Sartini.