Logo San Marino RTV

San Marino - Russia, come si cambia

27 feb 2020
San Marino - Russia, come si cambia

Apprendiamo da certa stampa che, con la visita del Segretario Beccari a Ginevra sarebbe “finalmente ripartita la politica estera”. Il cuore di tale ripartenza sarebbe l’incontro avvenuto a Ginevra, appunto, tra lo stesso Beccari ed il Ministro degli esteri della Federazione Russa Lavrov. La smaccata faziosità di qualche cosiddetto giornalista ovviamente non ci sorprende, e per tanto non merita neppure una parola. La cosa interessante, però, è constatare come tra il segretario di stato Beccari ed il suo partito vi sia evidentemente una certa distanza di posizioni. Il 22 Marzo 2019, infatti, proprio a ridosso della visita ufficiale del Ministro Lavrov a San Marino, quella visita alla quale tanto aveva lavorato l’allora segretario di Stato Renzi e che Repubblica Futura e molti commentatori e cittadini avevano salutato come un evento epocale della politica estera sammarinese, bene, in occasione di quella visita, la DC era uscita con un comunicato pieno di interrogativi e perplessità. Perplessità circa il memorandum siglato tra San Marino e Federazione Russa; accordo - tutti ricorderanno - che ha dato seguito ad importanti ulteriori forme di collaborazione fra i due Paesi, tra le quali - per citarne una - il memorandum per l’abolizione dei visti per i Sammarinesi che si rechino in Russia (memorandum del quale si attende la firma da parte del Governo in carica). Perplessità, ancora, circa le influenze che i rapporti tra Federazione Russa e San Marino avrebbero potuto incidere negativamente sul percorso di Associazione all’Unione europea. Oggi coerenza vorrebbe che tutte queste perplessità fossero nuovamente sollevate dal principale partito di maggioranza e che il Segretario Beccari fosse chiamato a rispondere. Per giunta, per quanto attiene al negoziato di Associazione alla Ue, un fragoroso silenzio è calato sul tema e non si ha alcuna notizia in merito. Repubblica Futura non intende sollevare sterili polemiche. Ritiene che l’incontro avvenuto a Ginevra sia stato opportuno e parimenti riterrà opportuna una visita ufficiale del segretario per gli affari esteri di San Marino in Russia, quale doveroso atto di reciprocità rispetto alla visita effettuata in Repubblica dal Ministro Lavrov; visita, peraltro, sulla quale già si stava lavorando alacremente nella passata legislatura prima della sua fine anticipata. RF ritiene che il tema della politica estera sia di tale rilevanza che non possa essere utilizzato per misere scaramucce politiche o per qualche esilarante titolo ad effetto. Speriamo che chi oggi ha responsabilità di Governo voglia attenersi a questa condotta.