Logo San Marino RTV

San Marino verso l’Unione europea: mercoledì la serata pubblica nel Castello di Faetano

28 mag 2019
San Marino verso l’Unione europea: mercoledì la serata pubblica nel Castello di Faetano

Il ciclo di serate pubbliche di aggiornamento sul percorso di associazione San Marino verso l’Unione europea sta arrivando alla conclusione (per ora). Ieri sera infatti l’iniziativa è giunta all’ottavo appuntamento nel Castello di Città nella Sala Giunta di Murata, dove la cittadinanza ha potuto ancora una volta confrontarsi direttamente coi negoziatori dell’Accordo a Bruxelles. Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri Nicola Renzi, con i competenti funzionari della Direzione Affari Europei del Dipartimento Affari Esteri e della Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, hanno provveduto a illustrare la storia delle relazioni tra San Marino e Unione europea, a partire dai doveri già esistenti derivanti da precedenti trattati, in primis la Convenzione monetaria e l’Accordo di cooperazione e unione doganale. “L’Accordo di associazione infatti – hanno sottolineato le autorità – non sarebbe altro che un modo per poter far corrispondere a doveri già esistenti anche dei diritti per i cittadini, le aziende e le realtà sammarinesi”. Rispondendo in tempo reale alle domande dei cittadini che via via si sono presentate, sono anche state chiarite le differenze tra adesione e associazione, tra Unione europea e Consiglio d’Europa, per poi passare all’analisi degli obiettivi certi e quelli auspicabili di questo nuovo Accordo. Tra le certezze, la facilitazione per i sammarinesi nello spostarsi per studio e lavoro all’estero, così come un alleggerimento burocratico generale per le aziende nel certificare e produrre beni, mentre sono ancora al vaglio soluzioni soddisfacenti per il T2, la cui semplificazione rimane uno degli obiettivi fondamentali di queste negoziazioni. In seguito, si è provveduto a spiegare in cosa consistono le famose “linee rosse”, ovvero quegli ambiti in cui San Marino dovrà apportare adattamenti particolari al recepimento della normativa europea (il cosiddetto acquis comunitario), procedimento che potrà avvenire in maniera graduale, particolare o comunque adeguata alla realtà della Repubblica. Questi incontri sono nati con lo scopo di creare un legame diretto tra i sammarinesi e gli addetti ai lavori del negoziato e per condividere opinioni in merito all’integrazione di San Marino con l’Unione europea tramite l’Accordo di associazione. “Ogni contributo apportato dalla cittadinanza – ha sottolineato il Segretario di Stato – ci permette di essere più consapevoli di realtà della Repubblica che magari non possiamo comprendere completamente, non vivendole in prima persona; ecco perché ogni esperienza, difficoltà o parere è di vitale importanza per il buon esito dell’Accordo”. È inoltre possibile porre domande dirette anche tramite un’apposita pagina Facebook (San Marino verso l’Unione europea), un profilo Instagram (sanmarinoue) e all’indirizzo mail info.europa@esteri.sm. Inoltre, si invita la cittadinanza a visitare la sezione del sito web della Segreteria per gli Affari Esteri (San Marino e l’Unione europea) in cui è possibile consultare numerosi documenti pertinenti e molto utili ad una comprensione più approfondite delle tematiche europee. Prossimo appuntamento mercoledì 29 maggio, nella Sala Casa del Castello di Faetano, in Piazza del Massaro 5 alle ore 21:00. Si ringraziano i Capitani di Castello per la preziosa collaborazione.