Logo San Marino RTV

Santarcangelo dei Teatri alla guida di un importante progetto europeo

22 lug 2019
Santarcangelo dei Teatri alla guida di un importante progetto europeo

Si è appena concluso il 49esimo Santarcangelo Festival e con esso il triennio di direzione artistica di Eva Neklyaeva e Lisa Gilardino: tre anni che hanno registrato un grande successo di pubblico e sono stati caratterizzati dalla combinazione di una forte dimensione internazionale con una rinnovata partecipazione della comunità locale. A conferma del ruolo di primo piano che Santarcangelo dei Teatri ricopre ora nell’ambito delle performing arts internazionali e al contempo del suo radicamento sul territorio arriva ora un importante riconoscimento da parte dell’Unione Europea: la selezione nell’ambito di Europe Creativa, la linea di finanziamento della Commissione dedicata alla cultura, di BE PART - Art BEyond PARTicipation, progetto di cooperazione quadriennale su larga scala presentato da Santarcangelo dei teatri, capofila di un network di ben 10 partner. Il progetto, che si estende da ottobre 2019 a settembre 2023, porterà avanti una serie di attività dedicate alla partecipazione pubblica e alla pratica artistica nei 9 Paesi coinvolti, con un budget totale di quasi 3 milioni di euro, di cui il 50% cofinanziati dall’Unione Europea; un contributo importante, che porterà a Santarcangelo € 278.285,80 euro provenienti dalle casse europee, a fronte di un investimento di € 212.714,20, per un totale di € 491.000,00. BE PART - Art BEyond PARTicipation è nato su iniziativa di Eva Neklyaeva già dall’inizio del suo mandato artistico; la progettazione culturale e strategica e la finalizzazione dell’application - che si è caratterizzata per un processo fortemente collaborativo che ha coinvolto tutti i partner della rete - è stata curata e realizzata da Liv.in.g. srl impresa sociale, che supporta i percorsi di internazionalizzazione di organizzazioni culturali e di spettacolo dal vivo. Il progetto coinvolge oltre a Santarcangelo dei Teatri, che ne è leader partner, altre 9 strutture, di 8 nazionalità europee diverse e una extra-comunitaria: Artsadmin LTD - Inghilterra, Scottish Sculpture Workshop - Inghilterra, Kunstencentrum Vooruit Vzw - Belgio, Kansallisgalleria - Finlandia, Latvijas Jaunā Teātra Institūts - Lituania, Association Festival de Marseille - Francia, Društvo Za Promocijo Žensk V Kulturi – Mesto Žensk - Slovenia, L’art Rue - Tunisia, A Sense of Cork Mid-summer Arts Festival - Irlanda. Insieme, i 10 partner nei prossimi 4 anni porteranno avanti numerose attività nell’ambito delle pratiche artistiche partecipate, mirando allo sviluppo dei propri pubblici e delle proprie organizzazioni. L’obiettivo è realizzare un network di creazione condivisa, supportato collettivamente da artisti e organizzazioni, per promuovere nuovi approcci di co-creazione e supportare la mobilità artistica. Attraverso residenze artistiche, produzioni, incontri, workshops, ricerche scientifiche, pubblicazioni, il progetto BE PART porterà avanti un’esplorazione pratica e critica di nuove prassi artistiche collaborative, cioè processi di creazione sviluppati collettivamente da artisti, produttori, studiosi, co-creatori, comunità e pubblici. Il progetto si propone di sviluppare e diffondere una reale co-autorialità artistica e una vera possibilità di co-creazione delle opere d’arte, con l’obiettivo finale di generare un reale cambiamento, tanto nel settore artistico quanto nella società civile, stimolando apertura e inclusione, in un contesto politico, sociale e ambientale incerto e divisivo.