Logo San Marino RTV

Segr. Lavoro: In risposta a OSLA

3 lug 2018
Segr. Lavoro: In risposta a OSLA
Ci troviamo costretti a rispondere agli strani comunicati di Osla di questi giorni.

In particolare guardando all’ultimo comunicato riguardante la legge sul commercio. Nell’incontro di qualche settimana fa, alla presenza di tutte le associazioni di categoria, la Segreteria ha infatti chiaramente comunicato che, da un lato, si sarebbe presa il tempo necessario per analizzare la proposta di legge consegnata da Osla e Usc per la revisione della normativa di settore (proposta per cui abbiamo ringraziato e ringraziamo pubblicamente le associazioni) e che, dall’altro, avrebbe dovuto uniformare questa legge con quella in corso di preparazione che eliminerà il concetto di licenza ad operare e creerà una unica normativa sull’impresa. Legge quest’ultima di cui si è accennato nell’ultima conferenza stampa della Segreteria di Stato.

È del tutto evidente, infatti, che fare una normativa sulle imprese commerciali e qualche settimana dopo fare una nuova normativa per le imprese in generale, non sarebbe il massimo della linearità e della chiarezza legislativa.

Questa legge sull’impresa è in corso di elaborazione e probabilmente sarà in quella sede che troverà spazio una disciplina organica delle particolarità e delle peculiarità del settore commerciale, per la quale certamente le proposte consegnateci da Usc e Osla rappresenteranno un cardine importantissimo.

Quindi, affinchè non ci siano equivoci, diciamo che stiamo lavorando su una normativa organica per l’impresa, che riassuma in sè la legge sulle società e quella sulle licenze (che verranno abolite) e all’interno della quale ci sarà una disciplina organica per il settore commerciale che possa servire a farlo crescere e a farlo stare al passo coi tempi. Siamo nella fase di elaborazione, appena ci sarà un testo definito ovviamente convocheremo tutte le associazioni di categoria per discuterne e per accogliere se possibile le proposte di integrazione che formuleranno.

Siamo sicuri che Osla capirà che non si tratta di un lavoro semplice che si possa fare in 3 settimane o poco più.

In ultimo, con riferimento invece al comunicato di Osla di passato ieri, si precisa che la Segreteria sta in questo momento lavorando alacremente per mettere il paese al passo con i tempi e togliere quelle anacronistiche situazioni di cui siamo pieni. Quindi le liberalizzazioni dell’apertura di imprese e dell’assunzione di lavoratori, l’eliminazione dei nulla osta e delle Commissioni discrezionali, la velocizzazione delle pratiche, lo Sportello Unico per l’Impresa, la conferenza dei servizi, la Scia, l’utilizzo dei software invece che della carta, la creazione di norme e attività per attrarre quell’economia dell’innovazione di cui siamo quasi privi, ecc...cose certamente normali fuori da qui, ma non a San Marino, che nessuno ha mai fatto e che non si realizzano con uno schiocco di dita ma richiedono interventi normativi e amministrativi importanti.

Fare questo è costituire quelle basi solide di cui Osla parla. Senza queste basi, non si potrà mai essere competitivi.

Chiaro che qualcosa rimane più indietro ma, come su ogni cosa, si ragiona per priorità e senza basi solide certamente non si cresce.

Il rapporto con le associazioni è per noi fondamentale, così come ricevere contributi costruttivi e non solo lamentele. Quando arrivano, come si vede da questo comunicato, siamo i primi a riconoscerlo e ringraziare.

Comunicato stampa
Segreteria di Stato Lavoro e Industria