Logo San Marino RTV

Souvenirs de l’Adriatique. Arte o provocazione? “No, solo amore per le cose ritornate” dice l’artista

9 lug 2018
Souvenirs de l’Adriatique. Arte o provocazione? “No, solo amore per le cose ritornate” dice l’artista
Lunedì 9 luglio a partire dalle ore 19 nell’ambito degli Apericena in Giardino dell’Hotel Cesare - che nell’occasione avrà come ospite il Birrificio Abusivo -, Gabriele Geminiani presenta la sua raccolta di cartoline “Souvenirs de l’Adriatique”.

Dialogando con la critica e storica dell’arte Annamaria Bernucci, Geminiani ci parlerà dell’ultimo approdo della sua ricerca legata alle cose ritrovate sulle rive adriatiche.

E in un periodo in cui non si fa che parlare della plastica che soffoca gli oceani e le sue creature, dedicare un’ode figurativa all’immondizia può apparire un’operazione fuori dal tempo e contro molte sensibilità.

Se non fosse che a ritornare sulla battigia siano entità talmente antiche e poeticamente logore, - Geminiani ci mostra un campionario merceologico che abbraccia l’ultimo mezzo secolo - da apparire come messaggeri di un’umanità perduta, indissolubilmente legata alla nostra infanzia e, quindi, di una forza evocativa straordinaria.

“In inverno ci sono mareggiate furibonde che mettono sottosopra i fondali ributtando sulla battigia cose di ere trascorse, talune appartenenti alla mia infanzia”, spiega l’artista. E così da quelle sue ostinate perlustrazioni marine fuoriesce anche una riflessione antropologica sulla differenza fra oggetti di ieri e quelli di oggi. L’era della globalizzazione, in cui le modalità di pensare e realizzare gli “oggetti d’uso” risentono della standardizzazione di freddi algoritmi che procedono per criteri economici e di ingombro.

Ma torniamo alle cartoline postali intese come teatrini in cui Geminiani si serve di assemblaggi di poveri oggettini che si trasformano in piccole poesie a tre dimensioni. Cartoline alternative per i villeggianti da spedire con un velo di ironia e provocazione a parenti e amici vicini e lontani.

Nei prossimi giorni le cartoline saranno in vendita nel multistore Block60 a Riccione e a seguire figureranno nei bookshop di prestigiosi musei d’arte e della marineria di tutta Italia.


A San Marino le si potranno trovare presso la libreria-edicola Scripta Manent ai Tavolucci.