Logo San Marino RTV

Storia e memoria per la festa di San Rocco della chiesa del Crocefisso

26 set 2019
Storia e memoria per la festa di San Rocco della chiesa del Crocefisso

Si svolgerà domenica 29 Settembre 2019 nella piccola e antica Chiesa del Crocefisso, in Città, la tradizionale Festa di San Rocco, una ricorrenza le cui origini si perdono nella notte dei tempi, ma ancora profondamente sentita dalla comunità sammarinese. Storia e memoria sono infatti i valori che testimoniano la solennità, declinati nella devozione a San Rocco, il santo pellegrino che dedicò la sua vita all’assistenza dei malati di peste durante la terribile epidemia diffusa in Europa nel secolo XIV, nel rispetto della tradizione, quel solido legame che unisce passato e futuro nella consapevolezza di quanto sia importante mantenere fede alle proprie radici, nel sentimento dell’appartenenza inteso come adesione ad una storia multisecolare e ad una cultura popolare comune, nell’ottica della solidarietà e dell’identità. La festa si articola in tre giornate caratterizzate da funzioni religiose e momenti ricreativi e culminerà nella giornata di domenica con la S. Messa Solenne che sarà celebrata al mattino alle ore 10.00 e vedrà la partecipazione del gruppo corale S. Pio. Nel pomeriggio, alle ore 15.00, inizieranno i festeggiamenti nel Piazzale Crocefisso appositamente allestito per accogliere gli ospiti, in un clima gioioso rallegrato da esecuzioni musicali e canore e da un ricco buffet a base di dolci tipici e bevande offerte a tutti i presenti. Concluderà in allegria la giornata l’estrazione della tombola, alle ore 17.00: un cesto colmo di prodotti gastronomici locali al vincitore della cinquina; un premio di € 250,00 per la prima tombola e uno di € 150,00 per la seconda. La Chiesina sorge in un sito molto suggestivo, carico di fascino e di storia, al di fuori del terzo girone delle mura che circondano il Centro Storico, proprio all’inizio di Costa dell’Arnella, la salita a gradoni che in passato collegava il Mercatale alla Città e che ancora oggi costituisce un percorso particolarmente interessante che si snoda nel bosco ed è frequentato da chi ama immergersi nel verde autoctono naturale della Rupe del monte Titano. E’ un bene culturale di importante valore. Incisa nell’Atlante di Giovanni Bleau ( 1663 ) e inserita nei Catasti sammarinesi sin dal 1701, ha conservato nel tempo i caratteri stilistici originari, che meritano di essere attentamente protetti soprattutto in considerazione della Dichiarazione da parte dell’Unesco di “San Marino Patrimonio dell’Umanità”. Diversi sono infatti gli elementi architettonici presenti nella chiesa: il piccolo campanile a vela che svetta sul tetto; il portale incorniciato e finemente lavorato in pietra del Titano che domina la facciata; i sedili in pietra che offrivano riposo ai viandanti della Costa; il soffitto della navata interna a capriate in legno; una tela secentesca di buona fattura che si eleva sull’altare, raffigurante Cristo con ai lati i santi Rocco e Sebastiano e un pregevole paliotto in scagliola multicolore nella parete dell’abside risalente al Settecento. E’ significativo notare che l’esistenza della Chiesa di San Rocco di Città è riconoscibile anche nel dipinto “ San Marino in gloria “, un olio su tela del XVIII secolo, realizzato da un pittore anonimo marchigiano, conservato a Palazzo Pubblico. La comunità sammarinese è molto affezionata alla Chiesa del Crocefisso, anche in ricordo di una precedente Chiesa di San Rocco che sorgeva nel cuore delle antiche abitazioni del quartiere “ Scalette “ e che fu demolita nel 1930 in seguito ai lavori di intervento per la costruzione della ferrovia. La Cappella rappresenta un piccolo faro di spiritualità: per questo molte persone volontariamente collaborano e si impegnano per tenerla ben curata e soprattutto per mantenere viva e luminosa la sua missione verso un futuro di speranza e di solidarietà. I Priori, quindi, a nome loro e dell’intero Comitato, convinti dell’importanza di salvaguardare le consuetudini religiose e popolari legate alla Cappella e al Santo pellegrino, sono lieti di invitare tutte le persone che desiderano trascorrere insieme una giornata di festa, nella magica atmosfera autunnale, nel segno della tradizione, dello spirito di accoglienza e di quel sentimento di appartenenza che guida e consolida il tessuto comunitario sammarinese.