Logo San Marino RTV

Successo delle iniziative sportive amatoriali al Meeting

29 ago 2018
Successo delle iniziative sportive amatoriali al Meeting
Ottimo successo dei due eventi sportivi amatoriali (Nordic walking e Triathlon) svolti nell’ambito delle iniziative sportive del Meeting di Rimini ha cui hanno collaborato due realtà sammarinesi: Centro Sociale Sant’Andrea e M.S.P. San Marino.

Il primo lunedì 20 agosto, all’Azienda Agricola Fiammetta di Croce di Montecolombo, il NORDIC WALKING, guidato da Antonella Bastoni . Oltre sessanta i partecipanti hanno camminato tra le vigne muniti degli appositi bastoncini. Una bella camminata con "bastoncini nordici" al tramonto, ottima occasione di prendere confidenza con questa disciplina sportiva. Alla fine con un brindisi finale con i vini dell’Azienda Agricola Fiammetta accompagnato da un ricco buffet di formaggi, salumi nostrani, frutta e verdura.

Tra i partecipanti si segnala la presenza del Sindaco di Montescudo Montecolombo Elena Castellari e del professor Fausto Maifredi, presidente della sezione della 3 contro 3 Federazione Italiana Pallacanestro e già presidente F.I.P.

Il secondo la XIIª edizione del TRIATHLON non competitivo, venerdì 24 agosto al Lido S. Giuliano di Rimini, ha visto la presenza di quarantaquattro partecipanti che, sostenuti dai villeggianti preseti in spiaggia e lungo il percorso, hanno messo alla prova le loro capacità, ognuno al proprio livello nelle tre discipline che compongono la specialità del Triathlon: nuoto, ciclismo e podismo.

Anche quest’anno si sono trovati assieme molti debuttanti nella specialità, tanti ragazzi e giovani che hanno avuto l’opportunità di cimentarsi in questa bella disciplina sportiva.

Come sempre la soddisfazione e gli applausi all’arrivo sono stati tutti dal primo all’ultimo e terminato con una bella cocomerata e rinfresco, le premesse per riproporre l’evento il prossimo anno.



Meglio di tutti lo spirito di questa iniziativa è stata descritta da un partecipante sulla sua pagina facebook:

“Prima della partenza ti dici:"è una gara non agonistica, non sei allenato, sei vecchio, prendila con calma e pensa solo a divertirti". Poi allo sparo dello starter, senza rendertene conto, ti accorgi di essere scattato a tutta velocità, come se dovessi fare uno sprint di 100 mt... Una volta tuffato in mare vedi un gran mulinare di braccia e di gambe, per cui anche tu fai altrettanto, cercando di evitare i calci di chi ti precede. Quando lo affianchi, ti dici "io questo lo devo superare".. e allora giù la testa e cerchi di aumentare il ritmo, bevendo litri di acqua salata non accorgendoti neppure delle meduse che via via sfiori sott'acqua... Quando, alla fine della frazione di nuoto, vedi la riva e cominci a correre, ti viene spontaneo girare la testa per vedere quanti nei hai messi dietro di te. Solo a quel punto, sfinito e con 180 battiti cardiaci al minuto, ti rendi conto che sei solo a un terzo della gara, mancando ancora le frazioni in bici e la corsa... e allora ti dai del coglione per non avere dosato lo sforzo e per non esserti allenato, però non puoi ritirarti perché ti sentiresti sconfitto....allora inforchi la bicicletta e inizi a pedalare. Senti che le gambe non girano, i muscoli sono duri e ti vedi superare da tutti, anche da quelli che gli anni scorsi "sverniciavi". A questo punto riprendi un po' di lucidità mentale e ripensi che sei qui solo per divertirti e che non te ne frega nulla se arrivi terzo, decimo o ultimo. Quando, alla fine, tagli il traguardo, ti senti ugualmente vincitore per il solo fatto di esserci arrivato... .viva il triathlon e viva lo sport sano.”

La dedizione degli organizzatori e dei volontari, oltre al magnifico tempo atmosferico hanno contributo in maniera fondamentale alla riuscita delle manifestazioni.