Logo San Marino RTV

Sviluppo sostenibile e crescita territoriale: 4 iniziative 'riminesi' si aggiudicano contributi regionali

Assessora al Riordino istituzionale della Regione Emilia-Romagna Emma Petitti: “La cittadinanza sempre più protagonista delle scelte e iniziative del territorio”

14 nov 2019
Sviluppo sostenibile e crescita territoriale: 4 iniziative 'riminesi' si aggiudicano contributi regionali

Riqualificazione e rigenerazione urbana, economia sostenibile, sviluppo territoriale. Sono questi alcuni degli obiettivi dei progetti riminesi che si sono aggiudicati i contributi del recente bando della Regione Emilia-Romagna sulla Partecipazione da 510 mila euro. Un finanziamento finalizzato a sostenere quelle attività e iniziative presentate da enti locali, associazioni o imprese che valorizzano la sinergia tra pubblico e privato e che, a livello locale, agiscono per il raggiungimento degli obiettivi Onu quali la tutela dell’ambiente, la crescita sostenibile e la promozione della salute e del benessere. In totale sono stati 38 i progetti approvati dalla Giunta regionale, di cui 4 promossi dal Comune di Santarcangelo di Romagna, di Cattolica, di Misano Adriatico e dall’Unione della Valconca. Si tratta, rispettivamente, di “Santarcangelo al centro per un centro storico vivibile, accessibile, sostenibile” (15 mila euro), di “Rigener-arte, street e social art per la rigenerazione urbana a Cattolica” (14 mila euro), “Misano, per un commercio vicino e sostenibile” (15 mila euro), “Valconca Next, verso un piano strategico della Valconca” (15 mila euro). “La partecipazione è diventata il fiore all’occhiello dell’Emilia-Romagna, che da tempo sostiene i progetti e le iniziative della cittadinanza, sempre più protagonista delle decisioni e delle scelte della Regione - dichiara Emma Petitti, Assessora regionale al Bilancio e al Riordino istituzionale -. Attraverso i contributi dedicati alla partecipazione puntiamo a coinvolgere gli enti locali, insieme ai soggetti pubblici e privati, nell’amministrazione della cosa pubblica, per promuovere le attività e le iniziative volte al miglioramento della qualità dei servizi e della vita. Solo negli ultimi 12 mesi vi è stato un investimento complessivo di circa 1,2 milioni di euro a sostegno di questi processi. Un lavoro in sinergia tra istituzioni e società civile per lo sviluppo del nostro territorio, anche in maniera creativa e innovativa. L’aiuto delle tecnologie è certamente importante, ma un approccio collaborativo è la chiave di volta per vincere le sfide del presente e del futuro”. Gli enti hanno ricevuto una copertura del 100%, vedendo soddisfatta l’intera richiesta di contributo per la realizzazione dei progetti, i quali dovranno essere avviati entro il 15 gennaio del 2020.