Logo San Marino RTV

Testare il calcestruzzo: UniRsm insegna come fare a tutti i tecnici d'Italia

6 ott 2016
Testare il calcestruzzo: UniRsm insegna come fare a tutti i tecnici d'Italia
“I recenti eventi sismici hanno posto all’ordine del giorno in modo drammatico il tema della sicurezza delle costruzioni esistenti. Questi eventi mostrano che anche le strutture in calcestruzzo armato possono essere vulnerabili, soprattutto se mal progettate o realizzate con materiali di scarsa qualità”. Sono le parole di Francesca Dezi, docente dei Corsi di Laurea in Ingegneria Civile dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, a sottolineare la rilevanza del seminario tecnico sulla “Stima della resistenza del calcestruzzo in opera mediante prova di estrazione” che il 28 e 29 settembre ha raccolto nell’Ateneo sammarinese tecnici provenienti da tutta la penisola, fra i quali alcuni sperimentatori dei “Laboratori prove materiali da costruzione” autorizzati dal Consiglio superiore dei lavori pubblici italiano, professionisti del settore e rappresentanti di società leader nel controllo e nel monitoraggio delle strutture civili.
Al centro dell’iniziativa una tecnica innovativa, più veloce e affidabile delle precedenti, per il controllo della resistenza del calcestruzzo. A elaborarla sono stati i docenti e gli ingegneri che hanno condotto il seminario: Fabrizio Gara, Stefano Bufarini, Vincenzo D’Aria e Marco Foglia. A coordinarli, invece, c'era Francesca Dezi, pronta a sottolineare che “questa tecnica risulta essere molto promettente perché può essere ritenuta alternativa al classico prelievo invasivo di campioni cilindrici di calcestruzzo mediante carotaggio da elementi strutturali e successiva prova di compressione”.
Al termine del seminario, grazie alla presenza di Accredia, ente unico nazionale di accreditamento, i partecipanti hanno affrontato un esame finale di certificazione. Il seminario è stato patrocinato dall’associazione tecnico - scientifica “Master”, in collaborazione con AEK Ingegneria.