Logo San Marino RTV

Turismo accessibile, punto di forza per diventare protagonisti in Europa

26 nov 2018
Lorenzo Bugli
Lorenzo Bugli
Sabato 24 Novembre 2018 presso il Four Point by Sheraton Padova si è tenuta la conferenza dal titolo “Oltre questa Unione Europea – per salvare l’Europa” organizzata dall’On.le Elisabetta Gardini Capogruppo di Forza Italia presso il Parlamento Europeo e dal coordinatore FI Giovani Veneto Cristian Sartorato neoeletto Presidente della Conferenza Nazionale dei Coordinatori Regionali.

Molti i temi trattati in questa assise, tutti con un unico filo conduttore, la voglia di ridisegnare un’Europa meno burocratica e più concreta, che sostenga e non detti solo regole, che generi occupazione ed un corretto modello di mercato. Un’Europa che parli di politica estera unitaria e sviluppo. Questi i principali punti trattati dai vari esperti intervenuti che hanno analizzato proposte ed approfondito contenuti.

Una conferenza, questa, che ha visto a confronto molte persone di spessore dello scenario politico italiano ed europeo, come Stefania Craxi Vicepresidente Commissione Affari Esteri, Alessandra Mussolini Europarlamentare, Anna Maria Bernini Capogruppo di Forza Italia al Senato, Carlo Nordio già Procuratore della Repubblica, Alessandra Feduzi Capo delegazione FI allo YEPP e Margherita Saltini Segretario Generale DEMYC.

Noi GDC abbiamo avuto l’onore di intervenire a questo appuntamento, trattando di un tema a noi estremamente caro, il Turismo accessibile, che ci ha visti protagonisti nel 2014, con la precedente legislatura, avendo ospitato il primo Congresso Europeo sull’accessibilità; un tema affrontato da diversi stati con estrema decisione, e del quale San Marino ne è divenuto modello. Questa particolare tipologia di turismo mira a rendere più facile, per tutte le persone, l'accesso alle diverse esperienze turistiche. Secondo le Nazioni Unite, si stima che 650 milioni di persone nel mondo vivono con disabilità, molte delle quali hanno particolari esigenze di mobilità in quanto collegate ad una condizione fisica (problemi di deambulazione, disturbi visivi e dell'udito, allergie…) ma non solo. Per esempio, le persone anziane e meno mobili così come le famiglie con passeggini al seguito hanno esigenze di accesso che possono diventare un ostacolo enorme quando si va in vacanza. Per queste persone, viaggiare può essere una vera sfida; trovare le informazioni sui servizi accessibili ed effettuare le prenotazioni di una camera con bisogni speciali di accesso può spesso rivelarsi difficile, costoso e richiede tempo. Rendere il turismo più accessibile è prima di tutto una responsabilità sociale, ma può davvero anche diventare un business case vincente per rilanciare la competitività del turismo.

L’intervento del Presidente GDC Lorenzo Bugli è iniziato con un invito ai membri del Partito Popolare Europeo a continuare a lottare per generare proposte concrete, a dispetto di chi progetti non ne ha e continua ad attrarre consenso sfruttando malumore e rabbia. Ora più che mai, ha ricordato, serve una classe politica preparata, che sappia realmente risolvere i problemi della popolazione, senza abbandonare nessuno e rilanciando imprese e lavoro.
Facendo un breve riferimento all’attuale situazione della Repubblica di San Marino lo stesso ha illustrato come la compagine di Governo di centro-sinistra insediatasi dopo il ballottaggio del 2016, composta per lo più da aree del movimentismo sammarinese, abbia in soli 2 anni, a causa dell’inesperienza e di un’assordante perseveranza, portato il Paese in una situazione mai vissuta precedentemente. Da un lato il debito statale è triplicato a causa di scelte in ambito finanziario intraprese con eccessiva frenesia, e dall’altro vi è un’estrema carenza di progetti inerenti lo sviluppo turistico/economico del paese, punti strategici e vere ricchezze del Nostro paese.
Ritornando al tema per il quale siamo stati invitati, ovvero il Turismo accessibile nell’esperienza sammarinese, il Presidente GDC si è soffermato sul descrivere gli interventi portati a termine nella precedente legislatura volti ad abbattere le numerose barriere architettoniche presenti nel nostro centro storico - e non solo - elencando l’avvio del servizio Trirade (carrozzina scooter) fortemente sostenuto dal Consorzio2000, la realizzazione dell’ascensore in Piazzale Calcigni e la recente introduzione della card Piùperte, segno della continuità con quanto intrapreso in passato. Oggi sempre più realtà si stanno dedicando al turismo accessibile e alle sue prospettive per il futuro, comprendendo quanto stia diventando un settore importante dell’economia turistica: è quindi fondamentale che San Marino continui ad investire in questo asset strategico.

Una giornata, quella trascorsa, molto proficua per la delegazione dei GDC, che hanno quindi avuto modo di tessere ulteriori legami con figure rilevanti del palcoscenico politico Italiano ed Europeo, punto qualificante della nostra azione politica: rimanere chiusi nei nostri 61 Kmq non può certo generare sviluppo, ragion per cui riteniamo fondamentale tornare ad essere protagonisti con progetti e proposte negli scenari internazionali, puntando sul settore strategico del Turismo in tutte le sue accezioni per far diventare San Marino punto di riferimento in Europa.

Cs UFFICIO STAMPA GDC