Logo San Marino RTV

Turismo: siglato il protocollo d’intesa e scambio tra Rimini e Chengdu, il sesto centro urbano più importante della Cina

14 nov 2016
Turismo: siglato il protocollo d’intesa e scambio tra Rimini e Chengdu, il sesto centro urbano più importante della Cina
Rimini e Chengdu insieme per per potenziare e migliorare le politiche turistiche delle due città. Questa mattina il sindaco Andrea Gnassi ha ricevuto una delegazione della città cinese di Chengdu, guidata dal vice sindaco Fu Yonglin, per la sottoscrizione di un protocollo di intesa per una futura collaborazione finalizzata a promuovere lo scambio delle migliori pratiche ed esperienze nell’ambito della promozione e delle politiche turistiche e fieristiche.
La visita – alla quale hanno partecipato oltre al vicesindaco anche il vice direttore generale del Dipartimento Turismo e il vice Direttore del Dipartimento Commercio di Chengdu - precede di pochi giorni la missione in Cina di Italian Exhibition Group per presentare ufficialmente l’edizione cinese di TTG Incontri, il grande marketplace internazionale del business turistico che prenderà il via a Chengdu nell’ottobre 2017.
Chengdu è la città capoluogo della Provincia del Sichuan, la terza provincia più popolata in Cina con una popolazione di 90 milioni di abitanti, ubicata nella parte sud ovest del paese al confine con il Tibet. Il Sichuan è una regione cinese con un altissimo potenziale di sviluppo e la città di Chengdu è la più importante tra le ‘secondary cities’, le grandi aree urbane cinesi che stanno emergendo dopo la prima fase di sviluppo che ha riguardato le principali metropoli sulla costa est. Chengdu è stata individuata dal governo centrale infatti come il sesto centro urbano più importante della Cina, dopo Pechino, Shanghai, Guangzhou, Tianjin e Chongqing, una città di servizi del terziario avanzato, sede di università, centro industriale altamente tecnologico, città trend setter e di innovazione culturale, geopoliticamente importante perché più prossima all’Europa, considerata la porta ovest d’accesso in Cina per il sud-est asiatico e crocevia degli affari finanziari ed economici.
“Oggi nel turismo vince chi è in grado di offrire ai visitatori temporanei autenticità e tipicità abbinata a competenze e organizzazione – ha sottolineato il sindaco Gnassi durante l’incontro – Negli ultimi anni Rimini ha messo in discussione il proprio modello di sviluppo e ha investito su tre asset: il mare e la riqualificazione del waterfront, i motori culturali e il turismo d’affari e congressuale. Per noi la Fiera è il principale strumento di internazionalizzazione del nostro territorio. Le nostre città potranno lavorare molto bene insieme e costruire una relazione di scambio duratura, non solo in campo fieristico, ma per investimenti anche in altri settori, in particolare per l’innovazione culturale declinata sul design e la moda, che sono le eccellenze italiane più apprezzate nel mondo. La fiera TTG incontri rappresenta la principale piattaforma per vendere l’Italia al mondo; l’auspicio è che TTG incontri a Chengdu possa essere un domani l’equivalente per la Cina. Potenzialmente siete i candidati a diventare tra i leader del turismo fieristico in Cina e siamo orgogliosi di poter essere vostri partner in questo percorso”.
Il vicesindaco Fu Yonglin ha ribadito le le potenzialità di Chengdu, che secondo la Wto può diventare la seconda città più visitata al mondo. “Ad accomunare Chengdu a Rimini è la sua lunga storia – ha detto – Anche noi siamo ad un punto di svolta sul fronte turistico, perché a fronte di una crescita del numero di visitatori dobbiamo essere in grado di garantire un’offerta di qualità e sostenibile. C’è un antico detto in Cina che dice che il turista è sempre in cerca di benessere e felicità. Per questo siamo interessati ad imparare e importare le vostre competenze e professionalità nel campo dell’accoglienza turistica e del management fieristico”.