Logo San Marino RTV

Un nuovo pulmino per la l’Associazione Sammarinese di Gerontologia e Geriatra

15 ott 2019
Un nuovo pulmino per la l’Associazione Sammarinese di Gerontologia e Geriatra

Si svolgerà nel pomeriggio di mercoledì 16 ottobre, presso la Residenza il Casale la Fiorina, la cerimonia di consegna di un pulmino attrezzato per il trasporto di persone con bisogni speciali che l’Associazione Progetti del Cuore, nell’ambito dei Progetti di Trasporto Solidale, ha donato all’Associazione Sammarinese di Gerontologia e Geriatria. Un dono molto gradito che permetterà all’Associazione di intensificare le attività esterne che l’associazione organizza per i propri iscritti permettendo anche alle persone meno autonome di partecipare. Alla cerimonia saranno presenti il Segretario di Stato per la Sanità Franco Santi, il Presidente dell’Associazione Dott. Carlo Renzini, i membri dell’Associazione e naturalmente gli ospiti della Casa di Riposo che parteciperanno alla consegna ufficiale delle chiavi del nuovo mezzo. Si consolida così il rapporto di collaborazione e solidarietà tra la Segreteria di Stato per la Sanità, che ha da subito sostenuto il progetto, e le Associazioni di volontariato del nostro territorio che portano avanti progetti e iniziative di interesse collettivo ed utilità sociale. Un dono molto gradito quello consegnato all’Associazione Sammarinese Gerontologia e Geriatria. “La Segreteria di Stato alla Sanità è sempre in prima linea per sostenere l’attività delle associazioni di volontariato che si prodigano con costanza e grande merito nella nostra società. – commenta il Segretario Franco Santi – I miei ringraziamenti a tutte le attività economiche del nostro territorio che hanno voluto sostenere questa iniziativa con il loro contributo economico.” “Sono veramente felice che si sia nata questa collaborazione con la Segreteria di Stato con l’aiuto di Progetti del Cuore – sottolinea il Presidente dell’Associazione Sammarinese Gerontologia e Geriatria Carlo Renzini – e che sia l’auspicio di altre iniziative simili che possano andare incontro alle problematiche e difficoltà di salute di assistiti disabili non autosufficienti”.