Logo San Marino RTV

Una Sangiovese wine stage #clamorosa anche se bagnata dalla pioggia

22 mag 2019
Una Sangiovese wine stage #clamorosa anche se bagnata dalla pioggia

Una cronometro individuale, la tappa nr. 9 Riccione – San Marino che seppur bagnata da una pioggia torrenziale non ha deluso le aspettative dei tanti appassionati e si è confermata come la tappa che ha delineato le sorti del Giro d’Italia nr. 102. Ha trionfato Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) con una performance perfetta, al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Victor Campenaerts (Lotto Soudal) e Bauke Mollema (Trek - Segafredo). Valerio Conti (UAE Team Emirates) ha tenuto la maglia rosa. Questi i risultati dell’unica tappa di sconfinamento al di fuori del territorio italiano che non ha risparmiato colpi di scena, come il guasto tecnico occorso a Victor Campenaerts poco prima dell’ultimo chilometro che forse gli è costato la vittoria di tappa. Soddisfazione soprattutto da parte delle Istituzioni Sammarinesi: “Un grande evento sportivo che ha riportato a San Marino la carovana rosa – afferma Marco Podeschi, Segretario di Stato per lo Sport - Una complessa macchina organizzativa che nonostante le avverse condizioni meteorologiche ha funzionato alla perfezione grazie al supporto di tutti gli attori coinvolti. Gli eventi sportivi di livello internazionale sono un ottimo motore di promozione e un elemento per riposizionare l’offerta turistica del paese sfruttando l’appeal che oggi ha il settore bike”. “La 9° Tappa del Giro d’Italia Riccione – San Marino si è svolta regolarmente, mettendo in risalto la perfetta, sebbene complessa, organizzazione logistica, offerta e messa in essere dai nostri responsabili incaricati, dai cittadini volontari e dai corpi uniformati che sono scesi in campo per garantire sicurezza e dando dimostrazione di grande efficienza” - dichiara il Segretario di Stato al Territorio, Ambiente e Turismo, Augusto Michelotti. “Nonostante le difficoltà che Giove Pluvio ha voluto regalarci – prosegue Michelotti - la crono- scalata è stata un successo mediatico di eccezionale importanza e di cui si parlerà a lungo anche per le difficoltà che hanno accompagnato tutta la tappa”. Sono state oltre 200 le testate nazionali ed internazionali (tv, carta stampata, siti e agenzie fotografiche) accreditate alla Sangiovese Wine Stage di stanza presso il Centro Congressi Kursaal il giorno della gara e che hanno prodotto contenuti redazionali sulla tappa sammarinese. I primi dati di ascolto arrivati oggi da Rai sono quelli più alti fatti registrare dalla partenza del Giro a Bologna lo scorso 11 maggio. Il picco di ascolti è stato messo a segno su RAI 2 alle 17:08 (2.427.618 telespettatori) con uno share del 15.63%. A livello internazionale la tappa nr. 9 è stata trasmessa da 21 broadcaster per un totale di 24 canali tv per un totale di oltre 79 ore di trasmissioni televisive durante le quali tutto il mondo ha potuto ammirare le bellezze artistiche, culturali e naturalistiche di San Marino anche grazie alle immagini video di back up girate in anticipo con la collaborazione dell’Ufficio del Turismo e fornite alla regia per garantire la migliore promozione del territorio anche in condizioni meteo avverse. Il sistema di monitoring Data Video per conto di RCS Sport ha rilevato 30 passaggi a tema Giro nelle 24 ore successive la gara; presenza nei TG generalisti di La7 e Canale 5. Passaggi all'interno del programma di Rai Due “Quelli che aspettano” e servizio di approfondimento a “La Domenica Sportiva” e nei TG Sport di Rai News e TG Com. Garantita anche una buona copertura in radio, soprattutto grazie ai contributi di Radio Rai. Quasi 2.500 articoli sul web internazionale rilevati in 72 paesi per la nona tappa della Corsa Rosa, con l’Italia come primo paese per numero di articoli, circa 1.300 nelle 24 ore seguenti la tappa. Seguono Stati Uniti, Spagna, Colombia, Francia e i Paesi Bassi, tutti con numeri a tre cifre. A conferma dell’ottimo rapporto instaurato con il management di RCS Sport, il direttore del Giro d’Italia, Mauro Vegni, è stato insignito del titolo di Commendatore dell’Ordine Equestre di Sant’Agata, lunedì 20 maggio in un’udienza privata alla presenza degli Ecc.mi Capitani Reggenti, S.E. Nicole Selva e S.E. Michele Muratori e del Segretario di Stato al Territorio, Ambiente e Turismo, Augusto Michelotti. Tante le manifestazioni di affetto che i tifosi lungo i 34,7 chilometri che collegano Riccione a San Marino hanno dimostrato nei confronti dei corridori con spettacolari coreografie. Anche i gruppi storici sammarinesi hanno preso parte con passione al grande spettacolo sportivo: lungo il percorso a Montegiardino i figuranti della Cerna dei Lunghi Archi, mentre la Federazione Sammarinese Balestrieri ha intrattenuto il pubblico presente all’arrivo in Piazzale Lo Stradone. "Il buon esito dell'evento ha richiesto un grande impegno di pianificazione e sul campo affrontando tutte le tematiche sensibili: le infrastrutture, la mobilità, l'assistenza sanitaria, l'antincendio, il piano della sicurezza e dell'ordine pubblico, gli allestimenti, il servizio di pulizia, la gestione ed il presidio del tracciato con oltre 60 intersezioni e varchi” - dichiara Fabio Berardi, Capo della Protezione Civile e Coordinatore del Comitato Città di Tappa – “La macchina organizzativa ha visto la componente pubblica affiancata da oltre 130 volontari, così da ottimizzare gli impegni ed i costi, operando secondo un modello organizzativo che ha individuato precise funzioni e responsabilità, tutte assoggettate ad una scrupolosa catena di comando e di comunicazione, orchestrata dalla Cabina di Regia appositamente nominata. Rivolgo a tutti, nessuno escluso, il mio personale ringraziamento." Già dai primi giorni del mese tanti i ciclisti che hanno scalato il Monte Titano e hanno potuto ammirare le scenografie urbane realizzate a tema rosa: dalla superstrada alla funivia panoramica, dall’ultimo chilometro fino ad arrivare in centro storico, dove una contrada intera si è tinta di rosa con frasi celebri dedicate ai corridori nelle più classiche scalate di montagna. Su Piazza della Libertà, cuore pulsante delle istituzioni sammarinesi, la biglia gigante è diventata una delle attrazioni più instagrammate del territorio. Numerose le ulteriori azioni messe in campo dall’Ufficio del Turismo per contribuire alla diffusione dei contenuti sulla destinazione turistica e alla valorizzazione delle peculiarità di San Marino: dall’elaborazione delle informazioni sul territorio sammarinese alle testimonianze storiche e culturali fino al racconto dei prodotti tipici - presenti sulla Guida Tecnica del Giro (detto "il Garibaldi") pubblicato su giroditalia.it ed inviato alla stampa accreditata; l’ampio approfondimento dedicato ai percorsi outdoor e all’eccellenze della Repubblica di San Marino nello speciale di Bell'Italia “Sulle Strade del Giro” distribuito in 100mila copie; lo speciale outdoor su Dove in edicola da fine aprile con proposte di itinerari per gli amanti delle due ruote; le attività promozionali sui canali social @VisitSanMarino partite a 102 giorni dall’evento; il desk promozionale all’Open Village con materiale promozionale turistico e dedicato al cicloturismo in collaborazione con San Marino Cycling Experience. Un doveroso ringraziamento da parte di tutte le Istituzioni Sammarinesi va a tutti coloro che hanno collaborato per il buon esito dell’evento e ai partner del Comitato Città di Tappa: Colorificio Sammarinese, Giochi del Titano, OSME srl e Seriset Officine Grafiche.