Logo San Marino RTV

Università di San Marino e Affari Esteri insieme per una borsa di studio intitolata a Guido Bellatti Ceccoli, ex ambasciatore al Consiglio d'Europa

10 mag 2018
Università di San Marino e Affari Esteri insieme per una borsa di studio intitolata a Guido Bellatti Ceccoli, ex ambasciatore al Consiglio d'Europa
Una borsa di studio intitolata all’ambasciatore Guido Bellatti Ceccoli, ex rappresentante permanente del Titano nel Consiglio d'Europa scomparso nel 2017, per frequentare il Master biennale in “Global Affairs” dell’Universidad Rey Juan Carlos di Madrid, dove il diplomatico era docente. È quanto verrà offerto dal Centro di Ricerca per le Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino in collaborazione con il Dipartimento Affari Esteri e la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, protagonisti di un progetto che darà al vincitore la possibilità di partecipare a un programma formativo di alto livello curato dall’Ateneo spagnolo nella città di Strasburgo, in Francia, dove hanno sede istituzioni internazionali come il Consiglio d’Europa e la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.
Sostenendo concretamente i giovani sammarinesi nella conoscenza della vita internazionale e verso una carriera internazionale, l’iniziativa si basa sulla collaborazione fra l’Università di San Marino e quella di Madrid: “L’ambasciatore Ceccoli, uomo di notevole statura intellettuale e raro sincretismo culturale, verrà ricordato nel migliore dei modi, ossia offrendo ai giovani la possibilità di seguirne le tracce verso quella fantastica esperienza umana che è la conoscenza del mondo e della sua complessità”, spiega Michele Chiaruzzi, direttore del Centro di Ricerca per le Relazioni Internazionali dell’Ateneo sammarinese, offrendo un'anticipazione del progetto. “Ciò permette non solo a se stessi, ma anche alla propria comunità, di condividere la vita internazionale con cognizione e consapevolezza. Questo è ciò di cui il nostro Stato, come tutti gli Stati, ha sempre urgente bisogno”.

Comunicato Stampa
Università degli Studi della Repubblica di San Marino