Logo San Marino RTV

Upr: "Soddisfazione per l'accordo raggiunto alla Conferenza Cop21"

13 dic 2015
Upr: "Soddisfazione per l'accordo raggiunto alla Conferenza Cop21"
Upr: "Soddisfazione per l'accordo raggiunto alla Conferenza Cop21"
Unione per la Repubblica intende manifestare grande soddisfazione per l’accordo raggiunto a Parigi alla conferenza COP21 sull’impegno della comunità internazionale a contenere l’aumento della temperatura terrestre. Questo impegno siamo certi assicurerà il futuro delle giovani generazioni. Anche San Marino ha preso parte a questa conferenza e da oggi siamo chiamati concretamente a dare seguito a questo impegno. Nicola Selva coordinatore di Unione per la Repubblica: “Il gruppo consiliare di UPR ha presentato una serie di emendamenti su questo tema. La maggiore fonte di inquinamento nella Repubblica di San Marino è data dagli scarichi delle autovetture. Noi vogliamo, con proposte concrete e sostenibili limitare le emissioni attraverso la svolta elettrica del nostro parco macchine. Auto elettriche per la Pubblica Amministrazione, auto elettriche e ibride per i servizi istituzionali, incentivi concreti per i cittadini per acquistare automezzi a propulsione alternativa, costruzione di stazioni di rifornimento e infine politiche per incentivare l’uso dei mezzi pubblici, sono un pacchetto corposo e organico di proposte che UPR mette sul tavolo. Noi pensiamo che agli impegni internazionali vada dato un seguito concreto e immediato. Ne abbiamo la possibilità e potremmo essere il primo stato a pochi giorni dalla chiusura della Conferenza di Parigi a mostrare che si può cambiare e lavorare per salvare il pianeta limitando l’inquinamento e il riscaldamento del pianeta. San Marino può con modestia dare un segnale, un segnale che non cambierà il mondo o le scelte dei grandi del pianeta, ma che testimonia il nostro senso di civiltà e la voglia di lanciare un messaggio. UPR mette questi emendamenti a disposizione dell’aula, non ci interessa avere primogeniture, in questo campo è il risultato che conta. Magari, ma il mio è un auspicio, il 2016 sarà l’anno in cui inizierà a popolarsi il centro storico di auto elettriche e l’Ecc.ma Reggenza sarà una delle prime figure istituzionali mondiali a muoversi su auto elettriche. Altro tema collegato all’ambiente e al benessere è la proposta del “San Marino wellness district 2016”. Roger Zavoli membro gruppo consiliare UPR: “E’ idea presentata a UPR da un gruppo di cittadini che abbiamo volute portare all’attenzione dell’aula con un emendamento in finanziaria. Wellness è un aspetto rilevante per lo sviluppo del benessere della persona e per la prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili secondo le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e noi abbiamo proposto per il 2016 in via sperimentale una serie di interventi per sostenere un progetto sperimentale teso a:
* A. Sostenere gli eventi sportivi che abbiano al centro il concetto del wellness;
* B. Riconoscere uno sconto SMAC CARD per attrezzature sportive, servizi aumentata del 50% rispetto all’aliquota praticata dai punti vendita convenzionati;
* C. Promuovere programmi di educazione alla salute presso il sistema scolastico sammarinese.
* D. Realizzare percorsi pedonali e ciclabili nel centro storico di San Marino capitale adibiti alla pratiche delle discipline di mountain bike, nordic walking, running. C’è poi un'altra proposte innovativa negli emendamenti UPR per la finanziaria 2016. “Per anni abbiamo subito provvedimenti esteri che hanno fatto uscire dal nostro sistema finanziario miliardi di euro. L’ultimo in ordine di tempo è la voluntary disclosure. UPR oggi propone – afferma il presidente del gruppo consiliare Marco Podeschi – una norma per incentivare sammarinesi o residenti a riportare nelle banche della Repubblica di San Marino i capitali detenuti all’estero. La proposta è molto diversa dagli scudi fiscali italiani, nessun colpo di spugna o caccia agli evasori. Vantaggio fiscale sulle rendite finanziarie a chi per 24 mesi trasferisce nelle nostre banche i capitali che detiene all’estero, opzione da esercitare entro dodici mesi a partire dal 1 marzo 2016. Una proposta semplice che penso possa permettere di capitali sammarinesi in territorio ridando fiato al nostro sistema bancario”.

Queste sono 3 dei tanti settori di intervento che UPR mette a disposizione dei gruppi consiliari nella discussione sulla legge di bilancio 2016.
Marco Podeschi : “UPR anche su sollecitazione della maggioranza intende evitare inutili contrapposizioni. Abbiamo lavorato su proposte fattibili, che possono essere ulteriormente migliorate, per mostrare come San Marino sarà uno dei primi stati a recepire nell’ordinamento nazionale le indicazioni della conferenza di Parigi su i cambiamenti climatici e di come con capitali sammarinesi in assoluta trasparenza sia possibile avere le risorse finanziarie per rilanciare lo sviluppo del paese.
Da lunedì quando inizieremo la discussione degli emendamenti e vedremo se questo atteggiamento propositivo e aggiungo realista avrà l’attenzione della maggioranza e dei gruppi consiliari di opposizione. Ritengo che il grave stato di crisi del Paese meriti il meglio che la classe politica può dare in questo particolare momento storico per i cittadini e soprattutto per le giovani generazioni. Non possiamo sprecare occasioni o trincerarsi dietro le barriere del tatticismo politico e delle sterili diatribe maggioranza – opposizione. Il nostro è un contributo sincero e come tale lo mettiamo a disposizione del Paese e dell’aula.”

Comunicato Stampa
Unione per la Repubblica