Logo San Marino RTV

Venturini Presidente Commissione Giustizia, Adesso.sm: "Un’occasione mancata per reale cambio di direzione"

26 gen 2017
Venturini Presidente Commissione Giustizia, Adesso.sm: "Un’occasione mancata per reale cambio di direzione"
Nella giornata di ieri 25 gennaio è stata convocata la prima seduta della Commissione Consiliare Giustizia, nominata nel corso dell’ultimo Consiglio Grande e Generale, per scegliere il proprio presidente.

A questo proposito i consiglieri della coalizione ADESSO.SM hanno ribadito la scelta di lasciare ad un esponente delle forze di minoranza la presidenza della Commissione Giustizia, cosi come già fatto per la Commissione di Vigilanza e la Commissione Antimafia. Questo impegno, mantenuto da ADESSO.SM, è nato per valorizzare il ruolo dell’opposizione in ambiti istituzionali con prerogative soprattutto di controllo. In passato questo non avveniva ma ora, in coerenza con il nuovo metodo proposto da ADESSO.SM, il cambiamento è reale.

Nel corso della seduta il consigliere Gian Carlo Capicchioni ha fatto presente la propria volontà di candidarsi a ricoprire il ruolo di presidente ma in conseguenza di accordi presi da altri, in particolare fra i vertici di Democrazia Cristiana e RETE, e per le pressioni ricevute dal proprio partito affinché non rompesse questo patto, ha ritenuto di dichiarare infine la propria indisponibilità.

E’ stata poi avanzata la candidatura del consigliere Gian Carlo Venturini, sostenuta dal PSS, dal PDCS e da RETE. I membri di ADESSO.SM della Commissione di Giustizia hanno espresso la loro perplessità su questa candidatura in ragione della mancata scelta nella direzione del rinnovamento e della discontinuità rispetto al passato. La maggioranza sta perseguendo concretamente l’obiettivo del rinnovamento, prima con la scelta dei nuovi membri Congresso di Stato e poi con molte altre nomine, comprese quelle relative alle presidenze delle commissioni consiliari e altri incarichi ancora. Purtroppo questa scelta rappresenta un’occasione mancata dell’opposizione per testimoniare un reale cambio di direzione, rispetto agli errori del passato. Ciò nonostante la maggioranza ha mantenuto fede al proprio impegno dinanzi agli elettori ed ha assicurato per senso di responsabilità i voti, solo quelli strettamente necessari, per insediare un presidente della Commissione Giustizia. Infatti, il Presidente Gian Carlo Venturini è stato eletto con la maggioranza minima di 5 voti su 9 votanti.

Preso atto dell’esito della votazione e insediato il nuovo presidente la Commissione, in accordo con il Segretario alla Giustizia, ha deliberato di riunirsi in data 13 febbraio per prendere in esame la relazione del Magistrato Dirigente sullo stato della giustizia e per affrontare alcune problematiche giudiziarie che destano particolare preoccupazione. L’impegno della Commissione Giustizia a sostegno dell’importante azione del Tribunale, soprattutto sul piano della lotta alla corruzione e riciclaggio, sarà massimo.

Comunicato stampa Adesso.sm