Logo San Marino RTV

VITIS 100% autoctono: Rep. San Marino,17 giugno 2018

14 giu 2018
VITIS 100% autoctono: Rep. San Marino,17 giugno 2018
“La storia dei vitigni autoctoni è fatta di contaminazioni e di migrazione”.
Questi i due elementi d’ispirazione di VITIS - 100% autoctono, manifestazione organizzata per la prima volta a San Marino dall’Associazione Sommelier RSM,? ?con il patrocinio della Segreteria di Stato Territorio, Ambiente e Turismo e della Segreteria di Stato per l’Istruzione e la Cultura.

Il vitigno autoctono è il simbolo del legame alla terra d’origine e, al contempo, di peculiarità, in quanto risultato della passione e della tenacia che ha alimentato l’attività dell’uomo in vigna.
Il vitigno autoctono racconta il proprio territorio, la storia dei laboriosi adattamenti a esso, e l’impronta delle persone che lo hanno cresciuto.

VITIS - 100% autoctono nasce per premiare chi ha saputo preservare la propria identità.
Un viaggio alla scoperta di prodotti enologici radicati nei propri territori d’origine, con vini spesso ignoti al pubblico,vini che raramente riescono a essere reperiti al di fuori delle terre di provenienza,? ?in cui i vitigni costituiscono un tutt'uno con territorio e tradizioni.

Una vetrina per ammirare tipicità e unicità dei vitigni autoctoni presentati, un’occasione per degustare vini poco noti fuori dai confini delle terre d’origine, rari e ricercati e, alla degustazione,? ?si unirà il piacere di conoscere coloro che coltivano e lavorano direttamente le proprie uve e seguono di persona il processo produttivo, dalla vigna al bicchiere. Saranno presenti produttori locali della filiera biologica sammarinese, e proporranno eccellenze culinarie in abbinamento ai vini in degustazione.

Inoltre, nella mattinata di Domenica 17 giugno presso Palazzo Graziani, il Workshop dedicato al tema vitigni autoctoni, che vedrà la partecipazione di relatori di fama nazionale,? ?i quali illustreranno il cambiamento di rotta in atto nel mondo della viticoltura, ovvero il passaggio dal massiccio impianto di vitigni internazionali alla valorizzazione degli autoctoni? ?e accompagneranno chi li ascolta in un viaggio gusto-olfattivo indimenticabile, alla scoperta delle identità territoriali.