Logo San Marino RTV

WALTER SERRA E LARA SWAN A VILLA MANZONI

30 lug 2015
WALTER SERRA E LARA SWAN A VILLA MANZONI
WALTER SERRA E LARA SWAN A VILLA MANZONI
Il salotto letterario di Villa Manzoni tra il romanticismo e il thriller. Grande successo per i due sammarinesi autori di generi letterari diversi, ma di assoluta suggestione.


San Marino, 30 luglio 2015

Un giallo ambientato a San Marino, tra il carcere dei Cappuccini e luoghi che noi tutti conosciamo e, più o meno, frequentiamo ogni giorno. Ma non c’è banalità e non c’è niente di scontato nel dramma che piomba all’improvviso nella vita di Gabriele Casadei, un bravo ragazzo, bancario di professione, che suo malgrado (o forse no?) si trova improvvisamente a vivere una storia da incubo. E’ lui il protagonista di “Tre giri di chiave” (0111 Edizioni) di Walter Serra, che sotto l’insospettabile patina di impiegato bancario (pure lui) svela una prolifica quanto intrigante vena letteraria.
Sull’altro fronte, una vera e propria eroina da feuilleton. Si chiama “Thaïs” (Florence Art Edizioni ) e dà il titolo al romanzo di Lara Swan, sorprendente scrittrice nascosta sotto le vesti di un’impiegata dell’Ufficio Tributario. La sua Thaïs è giovane e bellissima, ricca e fortunata, ma all’improvviso si trova al centro di una saga di sentimenti ed emozioni dove il bene e il male, l’amore e l’odio, il perdono e la vendetta, si rincorrono lungo un canovaccio letterario che ti lascia senza fiato.
Il giallo e il rosa, come in un mirabolante gioco di specchi, catturano il pubblico del salotto letterario di Villa Manzoni, dove questi due autori sammarinesi, mercoledì 29 luglio, si sono divisi i riflettori e applausi a scena aperta.
Walter Serra e Lara Swan: due persone come tante altre, con un sottile fondo di timidezza, che fanno un lavoro apparentemente senza stimoli, ma che nel loro privato danno sfogo ad un’incredibile creatività, alla poesia, all’invenzione.
Due autori molto diversi per personalità e genere letterario, eppure così affini per la raffinatezza dello stile, la cura dei dettagli, la profondità dell’introspezione psicologica dei personaggi.
Il pubblico, indiscutibilmente, li ha graditi e con entusiasmo si è interessato a conoscere gli sviluppi futuri delle loro storie.
Un’altra bella soddisfazione per l’Ente Cassa Faetano che con coraggio, ad ogni appuntamento, esplora territori culturali anche inconsueti e che continua ad investire sui talenti locali. Con l’auspicio di veicolare per loro nuovi e meritatissimi successi.

Ulteriori informazioni sono disponibili su: villamanzoni.org / Facebook Villa Manzoni San Marino