Logo San Marino RTV

Asset Banca: ex Presidente ed ex Direttore a processo per amministrazione infedele

A Stefano Ercolani e Barbara Tabarrini contestato anche l'ostacolo alla vigilanza. Contestata la concessione di alcuni mutui senza idonee garanzie

di Luca Salvatori
18 feb 2020
Tribunale
Tribunale

Tra i processi fissati nel mese di marzo anche quello in cui sono imputati Stefano Ercolani e Barbara Tabarrini, all'epoca Presidente e Direttore di Asset Banca.

Due i capi di imputazione di cui dovranno rispondere Stefano Ercolani e Barbara Tabarrini, per fatti avvenuti tra il 2013 e il febbraio 2017 quando vennero sospesi, rispettivamente dalla carica di Presidente e Direttore di Asset Banca. Nel primo si contesta il reato di amministrazione infedele per la concessione di reiterati prestiti – il primo di 500mila euro - all'imprenditore Germano De Biagi, in assenza di idonee garanzie, attraverso l'erogazione di finanziamenti a un soggetto apparentemente terzo, ovvero la AB Invest Srl. Delle somme erogate, sotto forma di mutuo, sarebbe stata pagata solo la prima rata. Nel secondo capo di imputazione si ipotizza invece l'ostacolo all'esercizio della funzione di vigilanza perché gli imputati avrebbero nascosto i collegamenti esistenti tra la società Ab Invest e il cosiddetto “Gruppo De Biagi” ed anche che il credito erogato fosse di dubbia esigibilità. La prima udienza del processo è fissata per il 10 marzo.

In proposito interviene lo stesso ex Presidente di Asset Banca, Stefano Ercolani. "Sarà finalmente un'ottima occasione - precisa - per spiegare e dimostrare in udienza l'assoluta regolarità delle operazioni poste in essere, dimostrando la professionalità e regolarità nell'erogazione delle somme alla Società AB. Il prestito effettuato - aggiunge - è stato supportato da garanzie capienti ed abbondantemente congrue rispetto all'operazione eseguita".