Logo San Marino RTV

Bologna: avvicinato da spacciatore, chiama 113 e lo fa arrestare

22 gen 2014
Bologna: avvicinato da spacciatore, chiama 113 e lo fa arrestare
Bologna: avvicinato da spacciatore, chiama 113 e lo fa arrestare
Quando si è sentito offrire del 'fumo', non ha perso tempo e ha chiamato la polizia sotto gli occhi dello spacciatore. Il 'pusher', un tunisino, si è prevedibilmente arrabbiato, ma poco dopo è stato arrestato. E' successo ieri pomeriggio in piazza VIII Agosto, a Bologna. "Qui c'è uno che mi vuole vendere della droga" ha detto al 113 il 'cittadino modello', un 27enne di Palermo che vive in città. Di fronte a sè aveva ancora il giovane che, un attimo prima, gli aveva mostrato un pacchetto di sigarette con all'interno alcuni frammenti di hascisc, senza dire nulla ma facendo chiaramente capire che glieli stava proponendo in vendita. Di fronte al gesto del cliente mancato, il tunisino si è scagliato contro di lui. Poi, forse immaginando che la polizia stava per arrivare, ha tentato da solo di ferirsi, rompendo contro una colonna una tazzina da caffè presa dal tavolino di un bar. A dare man forte al 27enne è intervenuta subito una pattuglia di passaggio della polizia Municipale, poi sono arrivate anche le volanti della Questura. Nel pacchetto di sigarette c'erano cinque pezzi di hascisc, per circa 11 grammi. Lassad Derouicai, 25enne, irregolare e con vari precedenti (l'ultimo del 16 gennaio scorso), è stato arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio.