Logo San Marino RTV

Bologna, incinta intossicata dal compagno. I carabinieri lo arrestano

3 giu 2016
carabinieri
carabinieri
Temeva che il bimbo non fosse sano. Questo, secondo quanto filtra, il motivo che ha spinto il dipendente pubblico di 35 anni, fermato ieri a Bologna, a versare un prodotto per lavastoviglie nella bibita bevuta dalla compagna incinta, ricoverata in Rianimazione, da martedì sera. La donna, coetanea dell'uomo, è residente a Bazzano e originaria della provincia di Siena. Ieri il compagno è stato sentito tutto il pomeriggio dal Pm Giuseppe Di Giorgio e dai Carabinieri. Dapprima come persona informata sui fatti. Poi, quando sono emerse alcune contraddizioni nel suo racconto e il Pm gli ha fatto presente che o si era davanti ad un atto terroristico, o la donna aveva tentato il suicidio, oppure era stato lui ad avvelenarla, l'uomo ha chiesto tempo per pensare. L'audizione è stata sospesa e quando è ripresa il 35enne ha ammesso le proprie responsabilità, tra le lacrime.