Logo San Marino RTV

Cessata l'emergenza per il forte vento: i turisti tornano a popolare il Natale delle Meraviglie

Almeno una trentina gli interventi della sezione antincendio della Polizia Civile nelle ultime 48 ore: piante cadute, coperture divelte, una canna fumaria a fuoco e una fuga di gas

di Luca Salvatori
22 dic 2019
Turismo in Centro Storico a San MarinoCentro Storico
Centro Storico

Il forte vento ha sferzato il territorio anche nella prima parte di questa domenica. A causa delle raffiche, sospese in mattinata le corse della funivia e una parte dei mercatini del Natale delle Meraviglie è stata interdetta al pubblico. Nel pomeriggio il vento è calato è tutto tornato tranquillo. Incessante in questi giorni il lavoro della sezione antincendio della Polizia Civile.

Dal primo pomeriggio, col calare del vento, la situazione è tornata alla calma nel centro storico che si è popolato di turisti in gita al “Natale delle Meraviglie”, ma fino alla tarda mattinata il Libeccio ha continuato a sferzare il territorio sammarinese. L'allerta arancione della protezione civile cesserà alla mezzanotte dopodiché diventerà gialla, ma solo per criticità idraulica e idrogeologica. Per precauzione, in mattinata, sono state sospese le corse della funivia, riprese regolarmente dalle 12:15. In centro storico, per motivi di sicurezza e in accordo con la Protezione Civile, erano stati interdetti al pubblico i mercatini di via Eugippo, quelli in via Donna Felicissima e il Regno dei Sogni ma poco dopo mezzogiorno, una volta cessati i rischi per la sicurezza, tutta la zona del Natale delle Meraviglie è tornata ad essere normalmente accessibile.

Le maestranze delle aziende di stato, nel pomeriggio, hanno provveduto anche a tamponare l'accesso ad un locale dell'Università, dopo che il vento aveva divelto un portone. Fin da venerdì sera incessante il lavoro della Sezione Antincendio della Polizia Civile: almeno una trentina, nelle 48 ore più critiche, gli interventi per liberare le strade ostruite da rami e piante cadute. In una abitazione sedato l'incendio di una canna fumaria, in un'altra c'è stata una fuga di gas. Eseguiti interventi anche per il distacco di materiale da una casa, la messa in sicurezza di alcuni pali delle linee telefoniche; i danni alle copertura di attività economiche, ed anche a recinzioni private e di cantiere. Nel primo pomeriggio rimosso dal tetto di una abitazione a San Giovanni un masso che rischiava di precipitare sulla strada, colpendo le vetture in transito. La sezione antincendio-infortuni sul lavoro, della Polizia Civile, pur impegnata a causa del vento, ieri sera ha eseguito anche un controllo per il contrasto al lavoro nero in una attività commerciale.