Logo San Marino RTV

Galassia Fincapital: Agostini assente in aula perché ai "domiciliari" in Italia

11 apr 2014
Inchiesta Titano: ancora un rinvio per Riccardo Agostini
Inchiesta Titano: ancora un rinvio per Riccardo Agostini
Ancora un rinvio per il processo a Riccardo Agostini, l'avvocato – radiato dall'ordine italiano – accusato di truffa da Stefano Biordi e Loredana Fierro. L'imputato si trova agli arresti domiciliari in Italia - per l'inchiesta Titano - e con un fax ha fatto sapere che non avrebbe potuto partecipare all'udienza odierna. Biordi e Fierro sostengono di aver dato ad Agostini 120mila euro, di cui 93mila in assegni, per l'acquisto di due immobili a Montegrimano. Acquisto che non sarebbe mai stato perfezionato, mentre i soldi sono svaniti nel nulla. Gli immobili sarebbero ancora fittiziamente intestati all'avvocato Maurizio Proietti contro il quale Biordi ha intentato una causa in Italia. Agostini, che è stato anche vicequestore di Pesaro, è indicato come uomo vicino al clan camorristico Schiavone. Sia lui che Proietti hanno intrattenuto rapporti d'affari e collaborazioni con Livio Bacciocchi. Il Commissario della Legge Battaglino ha fissato per il 16 aprile la prossima udienza del processo ad Agostini ma non è per nulla certo che l'imputato, sempre agli arresti domiciliari, possa presenziare in aula. Serve infatti una precisa richiesta e l'assenso del giudice italiano di sorveglianza.