Logo San Marino RTV

Giudiziaria: aperto il processo per la morte di Alessandro Pepe durante il Rally Rose'n Bowl

16 nov 2018
L'auto del pilotaGiudiziaria: aperto il processo per la morte di Alessandro Pepe durante il Rally Rose'n Bowl
Giudiziaria: aperto il processo per la morte di Alessandro Pepe durante il Rally Rose'n Bowl - Giornata di udienze, oggi, in Tribunale. Alla sbarra anche una cubana, residente in Repubblica, accu...
Udienza preliminare quella di oggi, nel processo per la morte del 40enne Alessandro Pepe. Il pilota – molto conosciuto in Repubblica - perse la vita nel corso di una prova speciale dell'edizione 2017 del Rally Rose'n Bowl. Alla sbarra, per omicidio colposo, il Direttore di Gara e il Presidente della Scuderia San Marino. Secondo il Giudice Inquirente non avrebbero adottato le necessarie “misure di protezione”, per “delimitare, segnalare e proteggere gli spigoli in cemento armato” contro i quali urtò la A112 Abarth della vittima. Nel merito della vicenda si entrerà l'11 dicembre, con l'udienza istruttoria, nel corso della quale saranno sentiti periti e testimoni; nella lista del team difensivo anche l'ex campione di rally, Miki Biasion. Davanti al Giudice Battaglino, in precedenza, il caso di una 45enne cubana, residente a Borgo, accusata di lesioni personali. La donna – al culmine di un diverbio - avrebbe scagliato un mazzo di chiavi contro un condomino, colpendolo all'occhio, e provocandogli una lieve “abrasione corneale”. L'imputata ha respinto ogni addebito, sostenendo – al contrario – di essere stata lei ad aver subito un'aggressione. Tra i testimoni anche i gendarmi che intervennero nell'occasione. A fine mese le conclusioni. Condannato ad un mese di arresto, infine – con il beneficio della sospensione condizionale della pena -, un 36enne residente a Sogliano, titolare di un pub nel Riminese. Lo scorso anno venne fermato a Gualdicciolo; all'interno dell'automobile vi era un coltello con due lame a punta, lunghe quasi 10 centimetri ognuna: un'arma propria, portata - senza giustificato motivo - fuori dalla sua abitazione.