Logo San Marino RTV

Ischia, perché una magnitudo poco elevata ha creato crolli e vittime?

22 ago 2017
Alessandro AmatoIschia, perché una magnitudo poco elevata ha creato crolli e vittime?
Ischia, perché una magnitudo poco elevata ha creato crolli e vittime? - Nel video il parere di Alessandro Amato, sismologo INGV
Estratti vivi dai vigili del fuoco i tre fratellini rimasti sotto le macerie della loro casa a Ischia a causa del terremoto. Il miracolo della vita si mescola al dolore per le due vittime e monta la polemica: magnitudine troppo bassa per uno scenario così

Per Casamicciola, il Comune dell'isola di Ischia più colpito dal terremoto di magnitudo 4 di ieri, è stata una lunga notte. Da un lato il dolore per le due donne morte, i 41 feriti di cui uno in gravi condizioni, dall'altro il sollievo per il pianto di Pasquale, 6 mesi, estratto vivo dalle macerie così come i suoi fratellini, Mattias 8 anni prima e Ciro, 11 anni, che è stato 16 ore sotto le macerie
“I soccorsi sono stati tempestivi” ha detto il Capo dello stato Sergio Mattarella, che si è impegnato a visitare i comuni colpiti assicurando la sua attenzione per la ricostruzione” Dall'isola, invasa di turisti come ogni agosto, c'è fuggi fuggi generale. Più di mille persone hanno lasciato la vacanza a metà, abbandonando uno scenario che conta 2 mila 600 sfollati e che stride con la magnitudo del terremoto

Nel video l'intervista ad Alessandro Amato, sismologo dell'Istituto nazionale di geologia e vulcanologia