Logo San Marino RTV

L'addio a Terenzi: a Serravalle il ricordo della sua umanità immensa e il saluto dell'Acs

26 mag 2020
il passaggio dell'ultraleggero in Piazza Bertoldi
il passaggio dell'ultraleggero in Piazza Bertoldi

La simpatia, l'allegria, la devozione per la famiglia, l'infaticabile e intensa carriera lavorativa, così come l'impegno e la vivacità politica, la passione per lo sport e l'aviazione, l'amore per la Cina. Sono tanti i ricordi di Gian Franco Terenzi che arrivano dagli amici della famiglia e di quelle più allargate di Unas e Pdcs. Risuonano sotto il sole di Piazza Bertoldi a Serravalle, con il suo castello che lo saluta per l'ultima volta. Tanti, distanti, ma vicini, insieme ai Capitani Reggenti, al Governo, alle istituzioni. Il feretro arriva puntuale, alle 15, coperto da una bandiera sammarinese. Bandiera che ha onorato fino all'ultimo, intervenendo in Consiglio la sera prima del suo incidente. Una cerimonia che si svolge nel silenzio e nel ricordo di ognuno per questo uomo, che si è dedicato alla crescita del Paese, non ultimi "gli importanti traguardi - ricorda il segretario Dc Giancarlo Venturini - nei rapporti bilaterali con la Cina". E la Cina non è l'unico Paese collegato con la piccola Piazza Bertoldi. Nei commenti alla diretta Facebook di San Marino Rtv, anche tanti messaggi di cordoglio e vicinanza dall'India e dagli stati appartenenti al Wusme, L'Unione mondiale delle Piccole e Medie Imprese di cui Terenzi è stato protagonista. 

Gli aggettivi al termine della cerimonia, sembrano non finire, quasi, per ricordarne la simpatia, l'impegno, la vivacità, la passione, la devozione e l'umanità, appunto. Questa umanità immensa senza soluzione di continuità che tutti, dagli amici più vecchi a quelli più giovani, hanno potuto toccare con mano. 

E alla fine delle esequie è il rombo di un ultraleggero, in un passaggio a bassa quota, il modo dell'Aeroclub di salutare Gian Franco Terenzi, Zambo per tutti. A sublimare quella commozione presente per tutto il tempo.