Logo San Marino RTV

È morto Giuseppe Lonfernini. Contestò il governo di compromesso storico. Esequie giovedì a Borgo

18 set 2018
È morto, nella notte, Giuseppe Lonfernini. Aveva 81 anni. Molto noto come avvocato, ha condotto e diviso lo studio con Luigi Lonfernini a Borgo Maggiore per 54 anni. È stato consigliere della Repubblica per diverse legislature, a cavallo tra gli anni 70 e 80 ed è salito alla suprema Magistratura della Repubblica, come Capitano Reggente. È stato anche Segretario agli Interni nei governi con Federico Bigi e Clara Boscaglia. Si dissociò dal suo partito – il Pdcs - nel 1986, non condividendo il governo di compromesso storico con il Pc. Memorabile il suo intervento al Congresso della Democrazia Cristiana che sancì una scelta storica e unica per quei tempi. Con l'ironia che lo caratterizzava rigettò la tesi “di una svolta prevista da tempo” ricordando al suo partito che fino al giorno prima “per noi i comunisti mangiavano i bambini”. Ma soprattutto ribattezzò il gruppo di giovani che da lì in poi prese in mano la Dc (Gatti, Podeschi, Menicucci e Morri) "i ragazzi della via Pal", dando vita al gruppo di dissenso interno che sfociò in una scissione e, successivamente, nella nascita di Ap. I funerali si terranno giovedì alle 15, nel Santuario Madonna della Consolazione, a Borgo Maggiore.

Sonia Tura

L'Aula Consigliare rende omaggio alla sua memoria, ricordandone senso dello stato, coerenza, levatura morale, sensibilità civile e attaccamento ai valori della Repubblica.

"Con l’opera svolta a servizio del Paese, lascia un segno profondo nella storia di San Marino", così lo ricorda il Partito Democratico Cristiano. che si unisce al dolore della famiglia Lonfernini, ricordandone la figura dell’uomo, del professionista e del politico di grande spessore.

Via delle scalette ricorda chè è stato membro del Consiglio Centrale del Partito, membro di Direzione dal 1974 al 1977, eletto per la prima volta in Consiglio Grande e Generale nelle elezioni del 7 settembre 1969 fino al 1993 e Segretario di Stato per gli Affari Interni dal 1973 al 1976, nominato Capitano Reggente nel semestre 1° ottobre 1970 – 1° aprile 1971.



Foto Gallery