Logo San Marino RTV

È morto Marino Serra

4 ago 2017
Marino Serra
Marino Serra
È morto ieri mattina Marino Serra, coordinatore della Consulta Sociale e Sanitaria. 79 anni, un lungo impegno in politica - nella militanza nel Partito Socialista - ma anche nello sport e nel sociale.

IL CORDOGLIO DELL'ISS
Appresa la notizia della scomparsa di Marino Serra, la Direzione Generale, il Comitato Esecutivo, la Consulta Sociale e Sanitaria, il Consiglio per la Previdenza, il Collegio Sindacale e tutto l'Istituto Sicurezza Sociale desiderano manifestare il sentimento di profondo cordoglio ai familiari e amici. La dedizione e il lavoro svolto al servizio della collettività, in particolare in questi ultimi anni nel coordinamento della Consulta, resteranno una testimonianza di impegno sociale nella nostra Repubblica.

IL CORDOGLIO DI SAN MARINO RTV
"A nome della Radiotelevisione di Stato e mio personale esprimo il massimo cordoglio alla famiglia per la scomparsa di Marino Serra, già presidente della Vigilanza oltre che presidente della Consulta sociale e sanitaria. É stato un grande esempio di attenzione sociale e di responsabilità negli incarichi che ha svolto sempre con serenità, fermezza e correttezza".
Il Direttore Generale Carlo Romeo

IL CORDOGLIO DELLA FSGC
La Federazione Sammarinese Giuoco Calcio si unisce al cordoglio della famiglia Serra, per la scomparsa di Marino, già Presidente della FSGC – che ha guidato dal 1972 al 1978. A lui si deve un primo potenziamento del settore giovanile, quando “nell’Assemblea del 12 luglio 1976 – al Cinema Parrocchiale di Borgo Maggiore e con 31 voti a favore – vennero riviste le sovvenzioni annuali riservate all’allora A.C. San Marino per riservarle al settore giovanile federale” (Il Calcio Sammarinese – la storia, i personaggi, le squadre, Marco Zunino, 1993). A tutti i suoi cari le più sentite condoglianze da parte della Federazione Sammarinese Giuoco Calcio tutta.

IL CORDOGLIO DI FEDERICO PEDINI AMATI (MDSI)
Appreso della scomparsa di Marino Serra, arriva il cordoglio e la vicinanza alla famiglia da parte del consigliere Federico Pedini Amati a nome anche di MDSI. Ricorda "l'amico e l'ex collega di militanza per la caratura morale unica ed eccezionale, nell'impegno pubblico e in politica, come anche nel privato e nei rapporti interpersonali".