Logo San Marino RTV

Ragno violino, all'Ospedale di San Marino un paziente con i sintomi tipici del morso

di Filippo Campo Antico
12 lug 2019
Ragno violino. Nel tondino Sandro Casali e Antonio Morri
Ragno violino. Nel tondino Sandro Casali e Antonio Morri

Possibile ritorno del ragno violino, dopo i tre casi di Pesaro e quello nel parmense. All'ospedale di San Marino è stato soccorso un paziente che presenta i tipici sintomi del morso di questo ragno. Tuttavia è raro imbattersi in questo animale, fa sapere il responsabile del Centro naturalistico Sandro Casali, ma è bene saperlo riconoscere: è brunastro, ha zanne lunghe e ha il disegno di un violino sull'addome. "Il morso non si sente, ma inietta neurotossine che possono provocare gravi ulcerazione e necrotizzare la pelle", continua Casali. Non è l'unico ragno velenoso in cui ci si può imbattere nella Repubblica.

"Ricordo il caso di una puntura di ragno dal sacco giallo, ma quella volta ci avevano portato l'animale. In questo caso non possiamo avere la certezza", fa sapere Antonio Morri, primario del pronto soccorso dell'Ospedale di San Marino. "Ci sono anche il ragno crociato e il ragno tigre, il cui veleno è però molto blando. Poi, c'è la tegenaria domestica, che, per quanto di grandi dimensioni, è del tutto innocua per l'uomo", continua Casali. "La cosa importante è vedere dove si stanno mettendo le mani, perchè se disturbi i ragni questi tendono ad attaccare. E, in caso di morso, è bene recarsi il prima possibile in pronto soccorso", conclude Morri.  

Nel video l'intervista ad Antonio Morri, primario del pronto soccorso dell'Ospedale di San Marino