Logo San Marino RTV

Rapina violenta in una villa di Covignano

31 mar 2014
Rapina violenta in una villa di CovignanoRapina violenta in una villa di Covignano
Rapina violenta in una villa di Covignano - Quattro rapinatori hanno assaltato una villa a Covignano in piena notte: malmenati i proprietari, in...
Quattro rapinatori hanno assaltato una villa a Covignano in piena notte: malmenati i proprietari, ingente il bottino.
Il proprietario della villa sulle colline di Covignano è un 72enne ex gioielliere, molto noto a Rimini proprio per i suoi tanti anni di attività nel centro storico. Si trovava al piano superiore, a guardare la tv, erano le 2.30 della notte tra domenica e lunedì, mentre la figlia e il compagno già dormivano, al piano di sotto. Quattro persone, con accento dell'est Europa, mani coperte da guanti per non lasciare nessuna impronta, e volto celato, hanno scavalcato la recinzione e sono penetrate in casa segando le sbarre che danno accesso al bagno del piano terra. Con un trapano a mano hanno forato l'infisso in legno e con uno stiletto di ferro hanno forzato la maniglia. In tre hanno aggredito la coppia, mentre il quarto è andato dall'ex gioielliere che, fortunatamente, non è stato malmenato. Non è andata così bene alla figlia e al compagno, che hanno preso qualche ceffone per essere convinti meglio a cedere le chiavi della cassaforte. Appena ottenuto quel che volevano, i rapinatori hanno fatto razzia del contenuto: 180mila euro il bottino, tra preziosi ed orologi di valore. Hanno poi tagliato i fili del telefono e portato via i cellulari, che hanno abbandonato poco dopo essere fuggiti, giusto per rallentare la richiesta di aiuto. E così è stato, il padrone di casa ha prima liberato la figlia e il compagno, chiusi in una stanza, poi è andato dai vicini per chiedere aiuto. E' intervenuta la Questura di Rimini, che ha pochi dubbi sul fatto che ad agire siano stati rapinatori professionisti, che agivano a colpo sicuro. La donna è stata portata al pronto soccorso, ma più per lo choc emotivo che per le lesioni.

FB