Logo San Marino RTV

Rimini: Gdf, scoperto scafo con 2 tonnellate di marijuana, 4 arresti

28 feb 2014
Rimini: Gdf, scoperto scafo con 2 tonnellate di marijuana, 4 arrestiRimini: Gdf, scoperto scafo con 2 tonnellate di marijuana, 4 arresti
Rimini: Gdf, scoperto scafo con 2 tonnellate di marijuana, 4 arresti - Maxi operazione della Guardia di Finanza di Rimini, coordinata dalla Procura di Rimini e dalla DDA d...
Maxi operazione della Guardia di Finanza di Rimini, coordinata dalla Procura di Rimini e dalla DDA di Bologna. 2 tonnellate di marijuana stipate in un gommone in arrivo dall'Albania. 4 arresti fra Bari e Barletta e un nuovo tassello per l'operazione "100%", che disegna un nuovo modo di agire del gruppo del narcotraffico albanese.
Tutto nasce dall'operazione 100%. Settembre 2013 - Cento di Roncofreddo: scoperta la raffineria di droga pesante. 100 chili fra eroina e cocaina pure, insieme a 170 chili di sostanze da taglio. 3 gli arresti, sono albanesi. Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Rimini resta sulle tracce dell'organizzazione attiva nel traffico di droga in un contesto di malavita - quello albanese - di difficile penetrazione. Hanno notato strani spostamenti lungo la Costa Adriatica e mesi di indagini hanno portato proprio alle Puglie, fra Trani e Barletta. Lì si sono portati gli 8 militari, coordinati dal maggiore Marco Antonucci, e dopo nuovi pedinamenti e sopralluoghi, è scattata un mese fa la maxi operazione.
Immagini aeree del Roan di Bari mostrano il gommone in arrivo dall'Albania. Compiuto l'ammaraggio, gli scafisti scappano, ma a terra ci sono i militari del nucleo riminese a bloccare gli albanesi che attendevano la merce. Ben 2 tonnellate di marijuana erano stipate nello scafo e destinate proprio alla Romagna. Valore all'acquisto è di 1000 euro il chilo, quasi 2 milioni. 4 gli arrestati, 1 è romeno. Sono giovani, radicati a Rimini, svolgono lavori umili, tengono un tenore di vita basso e fissano un nuovo modello nell'organizzazione del mercato dello spaccio. Non solo, cambia anche la fisionomia del mercato della droga in Riviera per un nuovo scenario: Rimini non più come un punto di transito per modiche quantità di stupefacenti, ma vero crocevia della droga.
Nel video l'intervista al Comandante Provinciale Guardia di Finanza di Rimini, Mario Venceslai

Annamaria Sirotti