Logo San Marino RTV

San Marino: bonifico Bcs, stessa condanna per Giannini, Carli e Gemma

17 ott 2016
Bonifico Bcs, stessa condanna per Giannini, Carli e GemmaSan Marino: bonifico Bcs, stessa condanna per Giannini, Carli e Gemma
San Marino: bonifico Bcs, stessa condanna per Giannini, Carli e Gemma - 7 mesi di prigionia, 1 anno e 3 mesi di interdizione, mille euro di multa. Più il danno da quantific...
7 mesi di prigionia, 1 anno e 3 mesi di interdizione, mille euro di multa. Più il danno da quantificare in sede civile. Così il Commissario della legge Roberto Battaglino ha concluso il lungo iter processuale per l'ormai famoso bonifico della Banca Commerciale Sammarinese da 1 milione e 200 mila effettuato in regime di blocco dei pagamenti e finito sul conto della finanziaria Infrastrutture di cui erano soci l'ex segretaria di Giancarlo Galan, Claudia Minutillo e l'ex console William Colombelli. Stessa condanna, per i fatti a cavallo tra il 2011 ed il 2012, per Mario Giannini, ex direttore di Banca Centrale e gli ex commissari Sergio Gemma e Otello Carli. Non luogo a procedere per Antonio Gumina,: anche l'ex vertice della vigilanza di BCSM, nel frattempo deceduto, finì a giudizio. L'accusa, per tutti, interesse privato in atti d'ufficio. Ma anche sulla genesi stessa del capo d'imputazione (inizialmente abuso d'autorità) hanno insistito le difese, che nelle arringhe finali hanno ricostruito la singolarità di quel bonifico richiesto il 9 novembre, che nell'ordinario doveva essere eseguito in un paio di giorni, che venne autorizzato solo il 24 novembre, il giorno prima della sospensione dei pagamenti, e che se non eseguito avrebbe potuto presupporre una responsabilità dei commissari. Non venne effettuato perché, all'interno della banca, 'c'era una certa confusione', per usare l'eufemismo dell'avvocato Burgagni, difensore di Mario Giannini. Sullo sfondo appunto la situazione delicata di BCS, che nel rapporto di Banca Centrale veniva descritta “con gravi perdite del patrimonio accentuate dall’instabilità dell’ambiente e dall’evidente asservimento ad interessi estranei alla banca stessa”. “Il rischio -era il timore dell'avvocato Andrea Gemma “è che gli imputati subiscano il colpo di coda della situazione della banca”. Alla fine la condanna è arrivata, anche se più morbida rispetto all'anno di prigionia, due di interdizione ed 8 mila euro di multa richiesti dal Procuratore del Fisco. Cesarini ha anche chiesto la trasmissione in atti in istruttoria per due testimonianze, quella di Emiliano Papitto e di Stefano Bertozzi, per verificare la sussistenza della falsa testimonianza. Di questo 'famigerato bonifico' si tornerà a parlare, dunque. E non solo per via dell'appello già presentato dagli avvocati,