Logo San Marino RTV

Stalking: uomo condannato a due anni per atti persecutori nei confronti della ex convivente

29 mar 2017
Il tribunaleStalking: uomo condannato a due anni per atti persecutori nei confronti della ex convivente
Stalking: uomo condannato a due anni per atti persecutori nei confronti della ex convivente - Processo a porte chiuse in tribunale a San Marino
Ancora una condanna per “stalking” a San Marino: due anni di prigionia per un uomo accusato di atti persecutori nei confronti della sua ex convivente. Il giudice ha stabilito inoltre una provvisionale a favore della donna di 5 mila euro, oltre al risarcimento all'autorithy pari opportunità che si era costituita parte civile. L'imputato dovrà pagare anche le spese di giustizia. Come di prassi i processi per questo tipo di reati si svolgono a porte chiuse a tutela, soprattutto, delle donne vittime di atti persecutori, violenza psicologica e fisica.
Giunto a sentenza, intanto, il caso dell'intossicazione da cloro per 13 bambini alla Piscina dei Tavolucci. Il commissario della legge Roberto Battaglino ha giudicato colpevole di attentato colposo alla salute pubblica, l'incaricato della ditta Sacs spa, Ali Ben Salem. Per il quarantenne residente a Montescudo la condanna decisa in primo grado è di 8 mesi di prigionia, con pena sospesa. Secondo la ricostruzione dell'accusa la nube tossica, il 24 marzo di due anni fa, si era sprigionata, quale conseguenza di imprudenza e negligenza. L'imputato infatti, dopo aver riempito le cisterne della piscina con sostanze chimiche per l'igienizzazione dell'acqua, aveva sversato al suolo i residui che combinandosi avevano reagito dando origine alla nube tossica.  La difesa, che ha chiesto l'assoluzione, valuta la possibilità di ricorrere in appello
 

l.s.