Logo San Marino RTV

Strage Orlando: reazioni in tutto il mondo

13 giu 2016
Strage Orlando: reazioni in tutto il mondo
Strage Orlando: reazioni in tutto il mondo - Bandiere a mezz'asta in tutte le sedi istituzionali negli States come nelle Ambasciate e gli uffici...
E' la sparatoria con il più alto numero di vittime nella storia degli Stati Uniti. Un paese che oggi si interroga sulle falle della sicurezza, su come un ragazzo - più volte fermato per sospetti legami con il terrorismo - sia riuscito, solo una settimana fa, ad acquistare liberamente armi, proprio quelle con cui Omar Mateen ha fatto irruzione nel club gay di Orlando, prima sparando, poi tenendo per ore ostaggi, prima di essere ucciso. 50 vittime e altrettanti i feriti, per una azione che nel giro di poche ore ha chiarito la matrice: terrorismo fondamentalista, ormai rivendicata dall'ISIS che iscrive il killer afghano fra gli adepti del Califfato.
La carneficina diviene materia di scontro politico, con Trump che rilancia il bando per i musulmani e chiede le dimissioni di Obama. Personale e intimo il dolore delle famiglie, corale la reazione della comunità internazionale. Bandiere a mezz'asta in tutte le sedi istituzionali negli States come nelle Ambasciate e gli uffici consolari statunitensi nel mondo. Sull'ambasciata Usa a Roma, accanto alla bandiera a mezz'asta, campeggia quella arcobaleno, già issata nei giorni scorsi in vista del Gay Pride. Cordoglio dalle comunità gay di tutto il mondo. Parigi ricorda le vittime illuminando la Tour Eiffel. Condanna da Kabul, con l'ex presidente Karzai per cui “l'Islam non perdona questo tipo di violenze”. Condanna dall'Egitto, che chiede solidarietà internazionale per combattere il terrorismo che – dice il ministero degli esteri – “non ha né confini, né religione”.