Logo San Marino RTV

Traffico di cocaina San Marino-Urbino: manette per quattro

5 apr 2014
Traffico di cocaina San Marino-Urbino: manette per quattroTraffico di cocaina San Marino-Urbino: manette per quattro
Traffico di cocaina San Marino-Urbino: manette per quattro - I carabinieri di Urbino hanno stroncato un fiorente traffico di cocaina tra il Titano e il Montefelt...
I carabinieri di Urbino hanno stroncato un fiorente traffico di cocaina tra il Titano e il Montefeltro, facendo scattare le manette ai polsi di quattro persone. Una banda che usava un collaudato meccanismo che usava la frontiera come “barriera” alle indagini. Tanto che i militari, per agire, hanno dovuto attendere che la fornitrice “sconfinasse” in Italia. Si tratta di Lidia Venturini, 44enne sammarinese già conosciuta a San Marino per precedenti di spaccio terminati con la condanna a due anni e sei mesi nel 2012. La donna è accusata di essere la fornitrice del coetaneo campano Domenico “Mimmo” Faticati, residente a Macerata Feltria, ma con un impiego quale fabbro sul Titano. Proprio lui si occupava di smerciare nella zona di Mercatale, Macerata Feltria, Sassocorvaro e Casinina. Gli scambi avvenivano sempre in casolari isolati a ridosso della frontiera per limitare al massimo i rischi. Faticati, poi, si appoggiava su una coppia italiana di Casinina, per lo spaccio al dettaglio nel quale eccelleva soprattutto la donna, grazie al suo lavoro come barista in un pub della zona. Tanto che nascondeva lo stupefacente tra le bottiglie: da qui il nome dell’operazione, “Whisky e cocaina”. I carabinieri urbinati, per agire, hanno dovuto attendere che la Venturini attraversasse i confini del Titano. Mercoledì la donna si stava recando dal dentista a Rimini, ma sulla sua strada ha trovato i carabinieri che hanno fatto scattare le manette. Ora si trova rinchiusa nel carcere di Pesaro. Secondo i militari, i 4 riuscivano a smerciare almeno un etto di cocaina al mese, vendendola a 100 euro al grammo.

gb