Logo San Marino RTV

Per vendetta pubblica le foto della ex 13enne, sempre più ragazzini vittime del fenomeno

19 ott 2016
Per vendetta pubblica le foto della ex 13enne, sempre più ragazzini vittime del fenomeno
Per vendetta pubblica le foto della ex 13enne, sempre più ragazzini vittime del fenomeno - Il 25enne dovrà rispondere di violenza sessuale. Aumenta il numero di giovanissimi colpiti dal fenom...
La Rete non dimentica facilmente. Mostrare sul web la propria intimità può provocare effetti incontrollabili e, spesso, incancellabili. Foto o video privati di gente comune che finiscono in 'piazza', magari per mano di un'altra persona spinta dalla vendetta. Come avvenuto a una ragazza di 17 anni che ha visto pubblicate su Facebook sue immagini 'a luci rosse', scattate in momenti intimi con l'ex fidanzato, un 25enne emiliano.

Il giovane lo ha fatto per fargliela pagare dopo la fine della loro relazione. Ha creato un profilo che riportava il vero nome della ex e ha inserito foto di quando lei aveva 13 anni. L'immagine personale era ammiccante. All'interno del profilo, le foto hard. Sono stati gli amici della 17enne ad accorgersi della situazione. A quel punto, circa un anno fa, la ragazza si è rivolta alla polizia postale di Rimini, accompagnata dai genitori, e ha denunciato l'ex.

Ora il 25enne dovrà rispondere di violenza sessuale, per via dei rapporti consumati con una minore di 14 anni. In provincia di Rimini sono in aumento i ragazzi vittime del meccanismo delle foto intime postate sui social. A volte sono loro stessi a pubblicarle, incuranti delle conseguenze a causa della giovane età. I primi casi già alle scuole medie. Ma ad essere 'schiacciati' da questo ingranaggio non sono solo i più piccoli: la 35enne Tiziana Cantone si è uccisa, a settembre 2016, perché non è riuscita a reggere il peso dei commenti a quel filmato pornografico che la ritraeva e che girava su Internet. Donne e vite alle mercé di tastiere fuori controllo.

mt