Logo San Marino RTV

Violenza sessuale: domiciliari per albergatore riminese

12 set 2013
Violenza sessuale: domiciliare per albergatore riminese
Violenza sessuale: domiciliare per albergatore riminese
Convalidato l'arresto per violenza sessuale dell'albergatore riminese, F.V., 49 anni, sposato e incensurato, fermato martedì all'alba dai carabinieri di Rimini. Per l'uomo, il gip Fiorella Casadei ha disposto gli arresti domiciliari. F.V., che la notte di martedì si stava occupando come di consueto della portineria dell'albergo gestito dai genitori, ha avuto un approccio sessuale con una ragazza romana di 22 anni, ospite con la sorella dell'hotel di via Ariosto a Rimini. Secondo la versione dei fatti ricostruita dagli inquirenti, la ragazza dopo una notte in discoteca con la sorella e alcuni amici, si è fermata davanti all'albergo per fumare una sigaretta prima di salire in camera. Seduta sui divanetti esterni alla struttura, la giovane è stata raggiunta dal 49enne che ha iniziato a farle dei complimenti piccanti. Approcci via via più insistenti culminati in un bacio sulle labbra. La 22enne ha raccontato di essere stata presa per un braccio, trascinata all'interno della lobby e spinta su un divanetto. Quando la ragazza è riuscita a divincolarsi è corsa in camera e ha raccontato tutto alla sorella. I carabinieri di Rimini sono quindi giunti sul posto allertati da un amico col quale le due donne avevano appena trascorso la serata. Arrestato in flagranza per violenza sessuale, su ordine del sostituto procuratore del Tribunale di Rimini, Gemma Gualdi, questa mattina il gip ha convalidato il fermo per l'uomo, che in un primo momento ha negato ogni circostanza. Poi, sotto interrogatorio alla presenza del proprio legale si è giustificato sostenendo che la ragazza fosse consenziente.