Logo San Marino RTV

700 Dante Alighieri: presentato il fitto calendario d'eventi

Conferenze, letture, un cineforum e una mostra celebreranno sul Titano l'Alighieri, nei 700 anni dalla morte.

di Annamaria Sirotti
21 apr 2021
Sentiamo Andrea Belluzzi
Sentiamo Andrea Belluzzi

Un anno di eventi, in una coralità di soggetti coinvolti nel Comitato costituito ad hoc e la seconda fase di celebrazioni prende il via in una data simbolica: lunedì 26 al Titano le letture della Commedia tradotta in latino dal serravallese Fra Giovanni Bertoldi, insieme ai ragazzi della terza liceo classico, proprio nel giorno della riapertura di cinema e teatri. San Marino onora Dante, in un legame sempre più forte con l'Italia.



“Dante unisce – dice il Segretario alla Cultura, Andrea Belluzzi - Unisce a livello locale tante realtà ed eccellenze della cultura sammarinese - Istituti Culturali, Associazione Dante Alighieri, Commissione Unesco, Università, scuola superiore, la stessa Ambasciata d'Italia – dice - , che rappresenta quel ponte con la Repubblica italiana e segna quell'unione, sotto l'egida della cultura, sempre solida fra le due realtà”. Poi altri tre letture e conferenze: “Insegnare Dante oggi” il 25 maggio con i docenti Luigi Guerra e Giuseppe Ledda; “Piccolo Manuale di Ecologia medievale il 25 giugno, con Teodoro Forcellini e la musica di Euritmia; il 16 luglio “Dante e l'ispirazione poetica” con Isabella Leardini. Dal 19 giugno, la mostra alla Pinacoteca San Francesco con testimonianze dantesche presenti a San Marino.

“La Repubblica si riconosce in queste radici che la legano all'Italia- dice il Presidente della Associazione Dante Alighieri, Franco Capicchioni - alla divina commedia e a Dante. Quest'anno – prosegue - abbiamo la fortuna di avere questa grande sinergia fra il nostro Paese e l'Italia, le istituzioni e le associazioni sammarinesi, la parte pubblica e privata, orgogliose di festeggiare queste radici culturali che ci legano a Dante, sempre attuale”.

Proprio con la Dante Alighieri, torna la rassegna cinematografica d'estate nei giardini dell'Ambasciata con un ciclo a tema “Tra tirannia e stato franco: Dante e il cinema Mondiale a San Marino”, insieme a Elena D'Amelio, Maddalena Ugolini e Giovanna Fadiga Mercuri. L'ambasciatrice dettaglia alcuni contributi italiani che saranno messi a disposizione delle celebrazioni, dai restauri di illustrazioni della Commedia della biblioteca della Farnesina realizzati nel secentesimo, ai frammenti di chiose ambrosiane di Fossato di Vico. Non manca la partnership con realtà limitrofe, come l'Università di Urbino, alla vigilia del convegno internazionale, raccontato da Tommaso di Carpegna Gabrielli Falconieri.

Celebrazioni in tutto il mondo, per segnarne l'universalità del messaggio del sommo poeta, ma ricordare “Dante a San Marino – dice l'Ambasciatore d'Italia a San Marino, Sergio Mercuri – acquista un valore aggiunto nella identità linguistica dei due Stati e nella contiguità con un territorio fortemente presente nella vicenda umana e culturale dell'Alighieri”. “Oggi è l'inizio di un percorso comune che guiderà per tutto il 2021 e passerà anche al 2022 – prosegue - che affonda le sue radici su un rapporto solidissimo. E va a trovare elementi in comune, non solo nell'apprezzamento di Dante. Ci auguriamo che i circuiti, una serie di visitatori già interessati a Dante perché si recano a Ravenna o a Forlì, vengano anche a San Marino. Sarebbe un bel risultato”.