Logo San Marino RTV

Alice e Alba ROHRWACHER regine a Cannes sono le api delle MERAVIGLIE riminesi

29 mag 2014
Alice e Alba ROHRWACHER regine a Cannes sono le api delle MERAVIGLIE riminesi
Alice e Alba ROHRWACHER regine a Cannes sono le api delle MERAVIGLIE riminesi
Le sorelle ROHRWACHER (regista e attrice) vincono insieme una scommessa che viene dalla loro infanzia: ALICE scrive e dirige la vita di famiglia facendo interpretare ad ALBA la parte della loro mamma, moglie di un apicoltore di origine tedesca, madre di quattro figliolette cresciute nella campagna sul lago Trasimeno tra Umbria e Toscana di alcuni decenni fa.
Fin qui tutto vero anche nella vita poi iniziano LE MERAVIGLIE...
Nella storia cinematografica oltre alle 5 donne c'è anche Cocò, altra “signorina” campagnola, alquanto strana non identificabile come zia o amica, germanica di madrelingua, parla francese e italiano con influsso tosco-umbro.
Un film di donne, quindi, mai contro gli uomini: padri, maschi e padroni delle bestie (pecore, api e un cammello) non violenti, a tratti goffi e ingenui, muti (come il giovane ospite di casa disadattato da rieducare: Martin); maschi guardiani buffi di regole contadine arcaiche, che non ci sono più, portatori nella fiction di malinconiche speranze (famiglia/amore/natura). Insomma, la crisi del maschio, ALBA ROHRWACHER, proprio non la sfrutta anzi ama il padre, Wolfgang, scorbutico e rude nei gesti ma non nel cuore (l'uomo spende tutto quel che ha guadagnato col miele per comprare alle bambine un cammello!?). Martin, l'adolescente in affido a rischio delinquenza, anch'egli arrivato dalla Germania fischia dolcemente da far innamorare (le 2 bambine più grandicelle) invece di parlare.
Altre femmine sono: la Bellucci stralunata fata del concorso televisivo 'agrituristico' con parruccona bianca; nonne e sorelle 'canterine' della tradizione popolare dell'Italia centrale vincitrici dello show-televendita locale IL PAESE DELLE MERAVIGLIE.
Altri maschi: l'allevatore vicino di casa (vincitore del programma tv 'etrusco') condannato a non avere moglie: “perché le donne moderne non vogliono più faticare nei campi e lavorare in cucina”.

Come le api nel favo, fuchi e operaie, fanno capo alla regina: i maschi servono alla riproduzione e muoiono, le operaie lavorano e preservano negli anni la specie creando regine vergini che si nutrono di sola pappa reale; poi, a loro volta e inesorabilmente, vengono marcate con dei colori metallici e sgargianti (dal giallo passando per il rosso fino al verde-blu a seconda dell'età) proprio sulla nuca con un apposito pennellino per soli apicoltori esperti -come i Rohrwacher: padre e figlie- che decidono quando sostituirle con altre... nel corso del tempo.
fz