Logo San Marino RTV

Beethoven senza Beethoven alla Rocca ravennate

A 250 anni dalla nascita di Ludwig van Beethoven il Ravenna Festival propone in Rocca, stasera alle 21.30, la Fantasia creativa del 28enne, pianista prodigio russo, Nikolay Khozyainov

di Francesco Zingrillo
25 giu 2020

BEETHOVEN senza BEETHOVEN: omaggio al padre della musica di sempre nell'Album beethoveniano voluto dai più grandi pianisti del tempo. Il tutto per la costruzione di una statua in suo onore nella città natale di Bonn 15 anni dopo la morte, nel 1842, per il 75° compleanno e il primo festival a lui dedicato. 250 anni dopo la nascita Ravenna chiama, nell'immortale scenario di Rocca Brancale, il talento pianistico Khozyainov, classe 1992, nato nell'estremo oriente russo che fu parte della antica Cina imperiale. Brani su temi, album , trascrizioni e variazioni libere, di Liszt, Chopin, Mendelsshon-Bartholdy e Robert Schumann. Il pianista vincitore di concorsi e premi appena 18enne riconosciuto per la tecnica sommata alla sensibilità e intelligenza interpretative. Il Recital intorno a BEETHOVEN del virtuoso KHOZYAINOV lo celebra anche in Romagna come il capostipite della modernità per la sua autonomia creativa caposaldo della editoria musicale del “secolo breve”: il Novecento.

fz