Logo San Marino RTV

Casa Borelli come Villa Arzilla in un film

Dal set bolognese “AMATI FANTASMI” di Riccardo Marchesini il docu-film realizzato in Emilia con gli ospiti della casa di riposo per artisti a Porta Saragozza unica in Italia con tante celebrità

di Francesco Zingrillo
30 set 2020

Villa LYDA BORELLI del 1931 (intitolata alla diva bolognese del cinema muto), 3 piani con dependance, cappella privata dedicata a San Genesio protettore degli attori e attiguo Teatro delle Celebrità (costruito con il contributo della Regina Elisabetta, di John Kennedy, Gino Cervi e Peppino De Filippo) insieme alla vicina Villa Benni oltre alle incursioni notturne al Comunale di San Giovanni in Persiceto, sono stati il set natural dei ciak del film sulle vecchie glorie dello spettacolo. Tra i testimonial Pupi Avati, Tullio Solenghi, Gabriele Lavia e Milena Vukotic tra gli altri. Introducono vecchi attori e artisti ospiti della casa, che interpretano fantasmi in vecchie pose e copioni ingialliti, recitano ricordi e vite passate con malinconia e una punta di ironia, giocano tra loro stessi. Sotto i riflettori ancora una volta, presto per il pubblico del piccolo e grande schermo, dopo la prima mondiale al Bellaria Film Festival.

  fz  

Intervista con RICCARDO MARCHESINI Regista