La povertà impressiona. Anche su pellicola

23 giu 2012
La povertà impressiona. Anche su pellicola. - -
Mettere in piazza la nuda povertà esponendo foto rubate all’alba o prima della notte sui ‘mondi normali’ dei senza casa di Rimini.
In faccia a tutti la cruda realtà di tante persone costrette alla precarietà abitativa che significa, in soldoni, vivere per strada: solitudine, abbandono, paura.
Don Renzo Gradara direttore della Caritas diocesana ha scattato dal suo osservatorio privilegiato con semplice ironia quadri di vita quotidiana tragici, nella assoluta dignità.
“Crediamo sia curioso per i cittadini comuni vedere come viviamo alla giornata sempre ai margini”, questo è l’intento della esposizione voluta prima di tutto dai senza fissa dimora riminesi attraverso la Caritas con l’aiuto della Provincia.
Già il 70% dei bisognosi in città si dichiara senza una casa da Gennaio 2012 oltre 600 persone anche nuclei famigliari sono prive di una qualunque abitazione.
Renzo Gradara ha fermato nel suo continuo peregrinare dentro il ventre della città scene di ordinaria povertà intorno a noi in silenzio. Nel video le interviste con il vescovo di Rimini Francesco Lambiasi e il direttore della Caritas di Rimini Don Renzo Gradara