Logo San Marino RTV

Primo giorno di Forum del Dialogo: dibattito, conflitti e nativi digitali

16 mar 2018
Forum del DialogoPrimo giorno di Forum del Dialogo: dibattito, conflitti e nativi digitali
Primo giorno di Forum del Dialogo: dibattito, conflitti e nativi digitali - Al centro il confronto tra giovani e meno giovani. Nel servizio, l'intervista alla psicoterapeuta M...
Un tempo l'adulto era quello che sapeva come affrontare la vita e il giovane quello che doveva ancora impararlo. Oggi la distanza tra una generazione e l'altra sembra maggiore, specie se i più piccoli sono nativi digitali. Al Forum del Dialogo dibattito aperto tra studiosi e persone comuni, per cercare idee per affrontare la società che cambia.

La giornata si è aperta con l'udienza, a Palazzo Pubblico, con i Capitani Reggenti. Nel pomeriggio, a Serravalle, il saluto delle istituzioni e l'avvio del dibattito. Nella nostra epoca bastano pochi anni di differenza tra un ragazzo e l'altro per notare delle differenze generazionali, ha spiegato Carlo Buzzi, dell'Università di Trento. Allora, bisogna riuscire a comunicare.

"Perché oggi c'è poco conflitto tra generazioni?”, si chiede Carmen Leccardi, dell'Ateneo di Milano Bicocca. La risposta, secondo la sociologa, è che la società non consente ai giovani di lavorare e rendersi indipendenti.

La psicoterapeuta Maria Rita Parsi ha posto l'accento soprattutto sui diritti dei bambini che ancora oggi non vengono rispettati. L'attenzione va poi a Internet, uno strumento che gli adulti dovrebbero conoscere perché, in certi casi, la Rete diventa fonte di informazioni e di esempi per ragazzi inconsapevoli.

I lavori si sono chiusi con l'intervento del vescovo della Diocesi di San Marino-Montefeltro, Andrea Turazzi. Domani la seconda e ultima giornata di "dialogo".

Mauro Torresi

Nel servizio, l'intervista alla psicoterapeuta Maria Rita Parsi