Logo San Marino RTV

1° maggio: contro la crisi gli ammortizzatori sociali

1 mag 2010
ammortizzatorisociali
ammortizzatorisociali
Si dice che il peggio della crisi sia ormai alle spalle; ma per il mercato del lavoro sono questi – forse – i mesi più difficili. L’interesse per la nuova legge sugli ammortizzatori sociali, insomma, è più che giustificato. La cassa integrazione è stata estesa a tutti i settori, anche se le decisioni – che prima venivano prese all’unanimità - vengono ora adottate a maggioranza. La normativa assicura, poi, nuove coperture dopo la mobilità, scatta la disoccupazione, a scaglioni, per un anno. Dicevamo della cassa integrazione, che non può superare i 9 mesi, frazionati in periodi trimestrali: sia per situazioni temporanee sia per riqualificazioni professionali, riconversioni o ristrutturazioni aziendali. Nel primo trimestre copre l’82% della retribuzione, 78% per il secondo, 72% per il terzo. Nella nuova legge anche i parametri della mobilità per almeno 12 mesi di anzianità nella stessa azienda. 6 mesi con il 70%. Poi il 65% per il restante periodo fino ad un massimo di ulteriori 6 mesi. Stessa durata se l’anzianità è inferiore a un anno, ma cambia l’importo. 60% per i primi sei mesi, 50% per gli altri. Più complicato il conteggio per l’indennità di disoccupazione calcolata sull’attività lavorativa degli ultimi 2 anni. Dai 6 ai 12 mesi di attività, 30% della media retributiva degli ultimi 4 mesi, per massimo 90 giorni. Dai 12 ai 24 mesi di attività il 60% per un periodo massimo di sei mesi. Il 50% per il 7° e l’8° mese. Il 40% dal 9° al 12° mese ma solo per chi ha superato i 50 anni. Il reinserimento lavorativo per i lavoratori svantaggiati che non hanno altre indennità economiche – una delle novità di questa legge - prevede un’indennità corrispondente al 75% del salario medio territoriale per 12 mesi eventualmente prorogabile. Ha carattere sperimentale invece il salario di cittadinanza. Non più di mesi con il 50% massimo del trattamento dell’indennità di disoccupazione. Decadrà dopo 24 mesi dall’entrata in vigore della legge e ne beneficiano i lavoratori disoccupati iscritti da più di 12 mesi nelle liste.

Gianmarco Morosini