Logo San Marino RTV

Archiviato il ponte dell’Immacolata, non senza qualche polemica, si pensa già al Capodanno

10 dic 2010
Prima le buone notizie: sono già tantissime le prenotazioni per trascorrere il Capodanno a San Marino, pernottamento compreso. Il tutto esaurito, a due settimane da San Silvestro, oggi è assai vicino. Non è andata altrettanto bene per l’Immacolata, che pur cadendo in data atipica, in mezzo alla settimana, avrebbe dovuto portare turisti, ma c’è sempre meno gente che resta a dormire in Repubblica. “Che dovrebbero rimanere a fare? – si chiede amareggiato Stefano Raggi del Consorzio 2000 – non c’è un locale dove trascorrere la serata, i negozi sono tutti chiusi da una certa ora in poi, non c’è un’attrattiva. Se scelgono altri posti li capisco. Sono anni che chiediamo attrattori degni di questo nome, anche una sala da poker aperta tutto l’anno, la sala da gioco spostata in centro storico, ma niente”. Il segretario al Turismo Fabio Berardi non perde l’ottimismo: “I ristoranti erano tutti pieni nel fine settimana; la mostra a palazzo Sums ha già raggiunto le 6.000 visite, abbiamo studiato pubblicità a tappeto con le Regioni e le riviste specializzate, e soprattutto – spiega – chi ha deciso di farsi conoscere tramite Internet ha visto premiati i propri sforzi. E’ un canale da sfruttare sempre di più. Ora si tratta di coniugare i diversi sforzi e lavorare insieme”.