Logo San Marino RTV

Bcsm: disposta l'amministrazione straordinaria per banca Cis

21 gen 2019
Banca CISBcsm: disposta l'amministrazione straordinaria per banca Cis
Bcsm: disposta l'amministrazione straordinaria per banca Cis - Commissario straordinario è Sido Bonfatti, che subentra al Consiglio di Amministrazione di Banca CIS...
L'amministrazione straordinaria – che è previsto abbia una durata fra i 12 ed i 18 mesi - è stata invocata proprio da Banca CIS. Lo ha rivelato lo stesso Sido Bonfatti: nominato da BCSM commissario straordinario. Avvocato, docente universitario, esperto in operazioni di risanamento; una lunga e prestigiosa serie di collaborazioni in istituti di credito italiani, come la presidenza del CdA di Carim. Bonfatti subentra al Consiglio di Amministrazione di Banca CIS e sarà affiancato da un Comitato di Sorveglianza composto da 3 professionisti sammarinesi: Antonella Bonelli, John Mazza e Massimo Tamagnini; in sostituzione del Collegio Sindacale dell'istituto. Obiettivo dell'operazione è rafforzare la vigilanza e ripristinare la fiducia dei clienti, dopo il terremoto innescato dall'operazione di Polizia Giudiziaria, che ha portato ai domiciliari l'ormai ex AD Daniele Guidi. Ma si vuole al contempo garantire una proficua continuità nelle relazioni aziendali, anche in considerazione – come ricorda una nota di Banca Centrale - dell'”atteggiamento consapevole e responsabile manifestato dall'organo amministrativo”. Ciò significa che Pier Paolo Fabbri e Sandro Spadoni - che giovedì scorso era stato nominato DG dal consiglio di amministrazione – potranno continuare a svolgere attività per Banca CIS. Sul tavolo allora un'ipotesi, da concordare con Bonfatti: Fabbri direttore generale e Spadoni condirettore. La notizia dell'amministrazione straordinaria era stata diffusa questa mattina, mentre era in corso, proprio a Banca Centrale, un incontro del Consiglio per la Previdenza dell'ISS, per monitorare la situazione dei fondi pensione depositati in Banca CIS. Gli esperti nominati da BCSM sono chiamati ad “accertare la situazione aziendale, rimuovere le irregolarità e promuovere soluzioni utili nell'interesse dei clienti”. Nel caso specifico non è previsto, almeno al momento, il blocco dei pagamenti. Quanto alla vicenda giudiziaria, riguardante Daniele Guidi, ancora non vi è stato l'interrogatorio di garanzia; i legali dell'indagato, tuttavia, stanno comunque predisponendo un reclamo per la revoca della misura cautelare.

Nel servizio l'intervista a Pier Paolo Fabbri / Banca CIS


Al commissario straordinario Bonfatti invece abbiamo chiesto quale sarà primo passo di questa operazione. Vedi l'intervista: