Una boccata d’ossigeno per i 21 dipendenti licenziati da Karnak

18 lug 2012
Una boccata d?ossigeno per i 21 dipendenti licenziati da Karnak - -
La buona notizia, per i 21 licenziati, è arrivata al termine di un incontro tra sindacati, ANIS e vertici aziendali. Si apre dunque una trattativa sulla cassa integrazione: ipotesi inizialmente esclusa da Karnak. La mattinata si era aperta con un presidio indetto da CSU ed USL. I lavoratori tagliati fuori – la maggior parte del settore commerciale – hanno esposto cartelli – molti in tono ironico - per manifestare tutta la propria rabbia e preoccupazione. Si sono astenuti per 2 ore dal lavoro. Tutti sono rimasti colpiti dal modo in cui si è proceduto ai licenziamenti. Quindi l’incontro, e l’apertura dell’azienda alla cassa integrazione. Lunedì si cercherà un accordo nell’incontro con il segretario di Stato Mussoni, che sarà preceduto da un sit in, sul Pianello, dei dipendenti Karnak. Soddisfatta, la rappresentante dell’USL, per il modo in cui si sta affrontando la vicenda.

Gianmarco Morosini